menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carichi di droga dal Pakistan al laboratorio segreto a Terni: condanne pesanti per i trafficanti

Arriva il primo verdetto dopo l’operazione antidroga “Alì Park”. E' stata riconosciuta l’accusa di “associazione per delinquere”

Il primo verdetto del processo relativo all’indagine antidroga “Alì Park”, è arrivato e pronunciato dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Perugia Valerio D’Andria. Cinque condanne e una assoluzione per sei dei dieci imputati nella maxi operazione internazionale che nel mese di settembre 2020 aveva sgominato un traffico internazionale di stupefacenti. Secondo le ricostruzioni degli inquirenti, i carichi di stupefacenti provenienti dal Pakistan venivano fatti recapitare fino a un money transfer ubicato nei pressi della stazione di Terni. Grazie a particolari processi chimici di plastificzione, la droga veniva sciolta e poi modellata all'interno di doppi fondi dei trolley. Giunta sul territorio italiano, subiva una rielaborazione chimica per essere tagliata e distribuita anche fuori regione. 

Le condanne

Il Gip ha condannato a 9 anni di carcere Yousaf Ur Rehman (59 anni) e Zubair Ullah (38 anni) e a 7 anni di reclusione Khalil Ullah (29 anni) e Zahir Ul Haq (45 anni). Tutti e quattro sono di origine pakistana e su di loro pesa anche l’accusa di “associazione per delinquere, già avanzata dal pm e riconosciuta dal giudice. Condanna a 5 anni anni di reclusione e a 20mila euro aggiuntivi di risarcimento, invece, per il nigeriano Godwin Junior Nwaoha (31 anni). Assolto l’italiano di origini bolognesi, Renzo Saggiorato, per non aver commesso il fatto. 

Sulla valutazione del giudice hanno influito i 6 mesi trascosi in carcere e ai domiciliari dall’arresto avvenuto a settembre 2020 sino ad oggi. Proprio a seguito dell’assoluzione, Saggiorato potrebbe chiedere un risarcimento danni per “ingiusta detenzione”. Con molta probabilità, come già annunciato dai legali dei 5 condannati, ci sarà un seconda puntata in Corte d’Appello.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento