menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allarme furti, sorpresi tre ladri: fuga e inseguimento per le vie della città

I carabinieri intercettano un suv rubato e lo bloccano, ma i malviventi speronano un’auto poi riescono a scappare a piedi. Il bilancio dei controlli

Tre uomini sospetti a bordo di un suv, il controllo in banca dati che conferma i dubbi, poi la fuga e l’inseguimento. Notte movimentata quella appena trascorsa per i carabinieri della sezione radiomobile della Compagnia di Terni, impegnati nelle attività di controllo e contrasto ai reati predatori.

Caccia al ladro

Durante la perlustrazione di una via nella zona di Cospea, i militari hanno notato il veicolo. Inserendo gli estremi della targa in banca dati, è emerso che il suv era stato rubato lo scorso 15 novembre a Terni. La gazzella ha perciò bloccato il veicolo bloccandogli la fuga, mentre le tre persone a bordo cercavano di nascondersi, utilizzando le alette parasole o ancora nascondendosi sotto al cruscotto e dietro ai sedili. Mossa questa che ha confermato i dubbi dei carabinieri assieme al fatto che, speronando un’autovettura parcheggiata, i tre hanno cercato di guadagnarsi una via d’uscita.

Il tentativo però non ha funzionato anche se gli uomini sono riusciti lo stesso a scappare a piedi. Lasciando però nel veicolo una pistola scacciacani a cui era stato tolto il tappo rosso, che avrebbe consentito di farla passare per una pistola vera con la quale – presumibilmente – i tre avrebbero potuto minacciare le vittime di potenziali furti.

Antidroga

Due cittadini tunisini sono stati invece denunciati per detenzione e cessione di sostanza stupefacente. I militari di un’altra gazzella, dopo aver assistito alla vendita di una dose di cocaina, hanno dapprima fermato il consumatore, un italiano, e successivamente, hanno seguito fino alla sua abitazione lo spacciatore, un tunisino 25enne, trovando e sequestrando a casa, dove era presente anche un suo connazionale 21enne, altre 4 dosi della stessa droga, tutti gli strumenti per il confezionamento e taglio della sostanza e quasi 1.500 euro in contanti.

I militari dell’Arma hanno anche denunciato un cittadino italiano, originario del Reggino ma residente a Rieti e gravato da numerosi precedenti per furto e truffa, per l’inottemperanza alla misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio da questo capoluogo emesso nei suoi confronti nel giugno del 2016. L’uomo, che è stato sorpreso mentre si aggirava in maniera sospetta lungo via Curio Dentato, è stato nuovamente invitato a lasciare il territorio comunale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento