Quattromila indagini fra droga, furti e ambiente: ecco l’anno dei carabinieri di Terni

Il bilancio dell’attività in occasione del 206esimo anniversario della Fondazione dell’Arma. Oltre 310mila euro di multe dai Forestali e più di 35mila servizi di pattuglia

L’Arma dei carabinieri compie 206 anni. E in occasione dell’anniversario della fondazione, il comando provinciale di Terni ha stilato un bilancio dell’attività del 2019 nel corso di una cerimonia alla presenza del prefetto di Terni, Emilio Dario Sensi, nel corso della quale è stata deposta una corona presso la targa dedicata al carabiniere Raoul Angelini, ucciso dai nazi-fascisti il 1 giugno 1944, a cui è intitolata la caserma sede del comando provinciale.

Il bilancio degli ultimi dodici mesi dice dunque che i carabinieri di Terni hanno indagato su quattromila delitti, arrestando 72 persone e denunciandone a piede libero 1.200.

Intensa anche l’attività del gruppo carabinieri forestali che hanno proceduto su 200 reati ambientali, arrestando una persona e denunciando 106 soggetti a piede libero. Complessivamente sono stati eseguiti 58 sequestri di cui 42 amministrativi e 16 penali e sono stati contestati 948 illeciti amministrativi. L’ammontare complessivo delle sanzioni amministrative supera i 314mila euro.

Sono stai effettuati 19.500 servizi esterni, oltre ai 13.500 servizi dei Forestali.

Fra le operazioni più importanti compare quella denominata Toner che, coordinata dalla direzione distrettuale antimafia di Perugia, ha consentito di “smantellare un sodalizio criminale composto da cittadini italiani e nordafricani dediti al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti sul territorio, nell’ambito della quale sono state tratte in arresto 10 persone e sequestrati 36 chilogrammi di varie sostanze stupefacenti, e successivamente eseguita un’ordinanza di misura cautelare emessa nei confronti di 19 soggetti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fra i militari che si sono distinti in particolari operazioni di servizio, va menzionato l’episodio avvenuto a luglio 2019 a Terni, dove uno dei due componenti di un equipaggio della sezione radiomobile della compagni di Terni, “intervenendo in supporto ad altra forza di polizia per bloccare un soggetto in evidente stato di alterazione psicofisica, veniva attinto da due colpi di pistola agli arti inferiori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento