Ferragosto alla cascata delle Marmore: ecco come è andata fra migliaia di turisti e qualche disagio

Il bilancio di due giorni di festa. Questa mattina diversi visitatori sono stati “dirottati” verso il parcheggio dello Staino ma si sono ritrovati in viale Brin

L'assessore Giuli allo Staino

Bene, sicuramente. Questi giorni a cavallo del ferragosto stanno confermando l’attrattività della cascata delle Marmore. Alle 15 del 14 agosto erano già stati staccati quasi quattromila biglietti: il sito naturalistico è il gioiello del turismo di Terni e dell’Umbria che macina ingressi e consensi.

E sta funzionando anche la sperimentazione del parcheggio nell’area dello Staino da dove, fino al 18 agosto, si potranno prendere le navette per raggiungere le Marmore al costo di 2 euro.

“I primi riscontri sono soddisfacenti – hanno commentato il vicesindaco e assessore al turismo, Andrea Giuli, e l’assessore alla viabilità, Benedetta Salvati - perché già dalle prime ore del mattino molti turisti hanno scelto di parcheggiare gratuitamente e in maniera più comoda negli spazi dello Staino, sistemati e ripuliti a cura dell’Asm e della ditta che si occupa della manutenzione del verde. La sperimentazione del parcheggio allo Staino è un’intuizione estremamente interessante che in prospettiva sarà valorizzata da una serie di interventi infrastrutturali, in linea con quanto previsto dal piano urbano di mobilità sostenibile. Intanto possiamo dire che per la prima volta alcune centinaia di turisti per visitare la cascata si sono fermati a Terni. È chiaro che in futuro dovremo fare in modo che questa non sia solo una sosta di parcheggio, ma una vera e propria visita della città, dei suoi musei e dei suoi ristoranti, dei suoi negozi e della sua movida”.   

navetta staino-2Come tutte le sperimentazioni, la “soluzione Staino” si è inceppata in qualche ingranaggio ancora da rodare. Questa mattina, 15 agosto, ad esempio i turisti diretti alla cascata provenienti dall’uscita Terni est del raccordo Terni-Orte, invece di essere indirizzati verso Marmore, venivano incanalati da pattuglie della polizia locale in direzione del centro da dove avrebbero dovuto raggiungere lo Staino. Sembra però che, ad un certo punto del tragitto, non ci fossero indicazioni adeguate col risultato che diverse autovetture si sono ritrovate incolonnate lungo viale Brin. Molti i turisti alle fermate dei bus e diversi i viaggi delle navette che dallo Staino facevano la spola attorno alle acciaierie per recuperare i visitatori spaesati.

Disagi che comunque non ha infierito più di troppo sul buon esito della giornata. Basti pensare che alle 10 del mattino il parcheggio del belvedere inferiore era già chiuso perché al completo.

Per chi arriva da fuori, inoltre, è sempre attivo l’accordo con Trenitalia per usufruire della tratta ferroviaria Terni-Marmore (linea Terni-L’Aquila-Sulmona), e che esibendo il titolo di viaggio si avrà diritto a uno sconto del 30% sul biglietto intero e del 20% sulle visite guidate.

“Un ringraziamento particolare – concludono Giuli e Salvati - ci sentiamo di rivolgerlo al personale della polizia municipale che per il ferragosto è stata impegnata con 36 agenti nelle zone turisticamente più importanti del Comune e agli uffici comunali che hanno collaborato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lotta all’infarto, a Terni una scoperta rivoluzionaria: è colpa di un batterio

  • Bollo auto e documenti di circolazione, cosa è cambiato con il 2020

  • “Ho mal di pancia”, ma è incinta: bambina di dodici anni ricoverata in ospedale

  • Mistero sopra il cielo della conca ternana: “Una scia di piccole luci tutte alla stessa distanza”

  • "Se non porti i soldi stasera ti faccio sparire", giovane minacciato fa arrestare gli estorsori

  • Incidente stradale in pieno centro, giovane ferito dopo impatto contro auto

Torna su
TerniToday è in caricamento