menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centri giovanili, la protesta arriva allo stadio: “Decisione assurda”

Striscione al Libero Liberati di “Quelli della est”: sosteniamo chi fa attivamente qualcosa per i giovani e per Terni

La polemica sui centri giovanili arriva allo stadio. In occasione della partita fra Ternana e Fano, è stato esposto al Libero Liberati uno striscione eloquente: “Centri giovanili, tenete duro”.

L’immagine dello striscione è stata poi condivisa sul profilo facebook “Quelli della Est – Terni”, accompagnata da un messaggio. Eccolo.

“La decisione della giunta comunale di chiudere centri attivi di aggregazione giovanile (La Siviera, Cimarelli, Sant’Efebo, Macondo, Pan Pot, Laboratorio giovani Blob, Palmetta, Nuvole verdi, Progetto Mandela) luoghi autogestiti dove il Comune non ha nessuna spesa economica ed impegni di manodopera, che inizialmente erano edifici abbandonati a sé, sembra assurda. Attualmente vengono usati come punto di ritrovo da gruppi musicali per concerti, come sala prove, dibattiti, presentazioni di libri, spettacoli teatrali, mostre, incontri pubblici, esposizioni, eventi culturali e tornei di calcio; ragazzi che si sono armati e si armano d'impegno e sacrifici per portare avanti obiettivi e valori. È assurdo che la nostra città subisca tutto ciò.

Per questo sosteniamo chi fa attivamente qualcosa per i giovani e per Terni. QUELLI DELLA EST”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento