rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Cronaca Centro

Condannato per spaccio e rissa: rimpatriato in Egitto

Il giovane aveva un permesso di soggiorno valido fino a 21 anni ma in Italia aveva cominciato a delinquere. Sono 96 gli stranieri espulsi dalla polizia dall'inizio dell'anno

Aveva il permesso di soggiorno valido fino a 21esimo anno, poi avrebbe dovuto trovare un lavoro per potersi mantenere e poter restare regolarmente sul territorio nazionale. Questo però non successo, anzi il ragazzo nell'ultimo anno è stato condannato due volte.

Due accuse diverse quelle che l'hanno portato alla condanna a Terni. La prima per spaccio di stupefacenti e la seconda per una rissa in un noto locale della movida. Considerato il suo comportamento pericoloso  per l'ìordine e la sicurezza pubblica, è stato espulso e immediatamente accompagnato all'Ufficio immigrazione al centro di permanenza e di rimpatrio a Brindisi. 

Il giovane era in Italia con un permesso di soggiorno da quando era minorenne. Non essendo più regolare sarà rimpatriato in Egitto.

Dopo l’operazione di martedì, in cui è stata sgombrata una casa occupata illegalmente che ha portato alla denuncia e all'acompagno in fontiera di un pregiudicato marocchino, e dopo il rimpatrio dell'egiziano, salgono a 96 i decreti di espulsione notificati all'Ufficio immigrazione della Questura ternana. Dei 96 espulsi, 20 sono stati accompagnati ai centri di rimpatrio italiani.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condannato per spaccio e rissa: rimpatriato in Egitto

TerniToday è in caricamento