rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Viale Benedetto Brin

Fruttivendolo “fuorilegge”, scatta una maximulta dopo il controllo dei carabinieri

Il blitz in collaborazione con ispettorato del lavoro e Nas: numerose le irregolarità rilevate in un esercizio commerciale di viale Brin. Sanzioni per quasi 40mila euro

Sono numerose le irregolarità contestate ad un fruttivendolo di viale Brin a Terni a seguito di una serie di verifiche messe in atto dai carabinieri di Terni e Papigno, in collaborazione coi colleghi del nucleo ispettorato del lavoro e del Nas.

Nell’ambito dei vari controlli, al titolare di questa attività di vendita al dettaglio di frutta e verdura sono state contestate violazioni amministrative connesse alla mancata indicazione della provenienza e categoria dei prodotti ortofrutticoli, alla mancata attuazione delle procedure di autocontrollo, alla mancata certificazione della corresponsione della retribuzione ai dipendenti ed, infine, per aver omesso di adottare le misure di informazione e di prevenzione al rischio epidemiologico-covid-19.

In totale, all’esito dei controlli, sono state elevate sanzioni amministrative complessivamente di poco inferiori ai 40mila euro, parte delle quali connesse alla mancata attuazione della normativa sul contrasto alla pandemia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fruttivendolo “fuorilegge”, scatta una maximulta dopo il controllo dei carabinieri

TerniToday è in caricamento