Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Via Eclo Piermatti

Sveglia all’alba, stop a bus e treni e controlli anti “sciacalli”: così verrà fatta esplodere la bomba di via Piermatti

Il provvedimento della prefettura di Terni: evacuazione della zona dalle 6 del mattino, l’ordigno verrà fatto brillare in una cava dismessa ad Acquasparta. Tutte le informazioni

Il prefetto di Terni, Emilio Dario Sensi, ha emesso il provvedimento contenente le disposizioni necessarie per lo svolgimento delle operazioni di bonifica di un ordigno bellico risalente alla seconda guerra mondiale ritrovato in via Eclo Piermatti a Terni.

IMG-20210826-WA0002-2Le operazioni di disinnesco e brillamento dell’ordigno bellico, effettuate dal Reggimento genio ferrovieri di Castel Maggiore (Bologna) inizieranno alle 6 del mattino e dovrebbero concludersi entro le 17.

Per assicurare l’incolumità pubblica durante tutte le fasi dell’intervento, è stata disposta l’evacuazione della popolazione residente nell’area compresa nel raggio di 468 metri dal luogo del rinvenimento dell’ordigno bellico.

L’operazione di evacuazione, effettuata a cura del Comune di Terni con l’assistenza dei volontari di protezione civile e sotto la vigilanza delle forze di polizia che cureranno l’interdizione dell’accesso alla zona, avrà inizio alle 6 e dovrà essere completata entro le 8. Al termine, gli artificieri procederanno al despolettamento dell’ordigno e al suo trasporto presso la cava dismessa in località Piedimonte nel Comune di Acquasparta dove, sempre in condizioni di massima sicurezza, sarà fatto brillare.

Durante il periodo delle operazioni sarà interdetto il traffico e l’accesso alla zona interessata a tutte le persone non autorizzate. Nella zona evacuata saranno potenziati gli ordinari servizi di controllo del territorio per scongiurare eventuali tentativi di “sciacallaggio” ai danni dei residenti che si sono dovuti allontanare.

Il servizio di trasporto pubblico sarà sospeso, oltre che nella zona interessata dalle operazioni di bonifica, anche lungo il percorso in direzione del sito di brillamento.

La circolazione ferroviaria sarà sospesa dopo il passaggio del treno IC 534 (Roma-Ancona) in partenza da Terni alle 8.57 e durerà presumibilmente fino alle 13 e, comunque, fino a cessate esigenze. Verrà, altresì, garantito il transito del treno 8851 (Ancona-Roma) alle 10.06 nella stazione ferroviaria di Terni.

Nella zona evacuata sarà interdetto il traffico aereo, a cura dell’Enac, nello spazio sovrastante fino ad una altitudine di 468 metri.

IMG-20210826-WA0000-2Le operazioni saranno coordinate dal centro coordinamento soccorsi, costituito dai rappresentanti di tutti i comandi, enti e uffici interessati e presieduto dal prefetto, che si riunirà nei locali della prefettura di Terni dalle 7.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito della prefettura al link dove sarà possibile seguire, in tempo reale, lo svolgimento delle operazioni di bonifica dell’ordigno, e, per ogni necessità relativa all’evacuazione e/o il rientro presso le proprie abitazioni, contattare il numero verde 800.737073 messo a disposizione dal Comune di Terni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sveglia all’alba, stop a bus e treni e controlli anti “sciacalli”: così verrà fatta esplodere la bomba di via Piermatti

TerniToday è in caricamento