Droga, tolleranza zero: più controlli anche nelle scuole

Comune e forze dell'ordine lavorano a un piano congiunto, l'assessore Alessandrini: "Sicurezza fuori e dentro le aule per combattere anche il bullismo". All'ex Foresteria arrivano le telecamere

L'assessore Alessandrini con il questore Messineo

La lotta alla droga comincia a scuola. Uno slogan di cui spesso si è abusato in questi anni ma che ora si vuole sostanziare in maniera più concreta a Terni dove la "piaga" del consumo di sostanze stupefacenti ha raggiunto livelli preoccupanti. Dall'educazione, con corsi di formazione in classe, al controllo, fuori e dentro le aule, queste le misure che si intendono mettere in campo nell'anno scolastico che è ormai alle porte. 

In questi giorni peraltro il Ministero dell'Interno ha varato il piano "Scuole sicure" che prevede lo stanziamento di 2,5 milioni di euro per le più importanti città italiane - Roma, Milano, Napoli, Torino, Palermo, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Catania, Venezia, Verona, Messina, Padova e Trieste - dove le risorse si potranno utilizzare per incrementare i controlli, assumere agenti della polizia locale a tempo determinato, coprire i costi degli straordinari o installare impianti di videosorveglianza. A ricevere i finanziamenti saranno anche le città con popolazione superiore ai 200mila abitanti che ne faranno richiesta sulla base di progetti specifici. 

A Perugia se ne è già parlato nel corso del Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica, Terni in realtà sarebbe fuori dai finanziamenti ma l'intenzione dell'amministrazione comunale - in sinergia con le forze dell'ordine - è quella di chiedere un intensificazione dei controlli fuori e dentro le aule. "Terni non rientra tra le città inserite nel progetto Scuole sicure - dice l'assessore alla Scuola, Valeria Alessandrini che ha incontrato il questore Antonino Messineo - ma il 4 settembre è in programma un incontro del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica per discutere proprio di questo. Noi intendiamo combattere lo spaccio di droga con ogni strumento a nostra disposizione, prima educando i nostri giovani sui danni del consumo di sostanze stupefacenti e poi chiedendo alle forze dell'ordine di aumentare i controlli in tutte le scuole di ogni ordine e grado. Ma particolare attenzione ci sarà anche contro il fenomeno del bullismo".

Inoltre mercoledì scorso, insieme a dirigenti e tecnici del Comune, è stato effettuato un sopralluogo nei giardini dell'ex Foresteria, che ospita anche gli uffici del settore scuola di palazzo Spada, per installare le telecamere all'esterno in modo da garantire una maggiore sorveglianza dell'area. "Non lo facciamo soltanto per tutelare i dipendenti comunali - spiega l'assessore - ma soprattutto per consentire ai ternani di riappropriarsi di un parco diventato bivacco per sbandati e spacciatori". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • La storia | "I miei inquilini sono morosi da mesi. Sto pagando tutto io". Lo sfogo di una cittadina di Terni

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Inizia il week-end "arancione". Ecco cosa si potrà fare e cosa no

Torna su
TerniToday è in caricamento