menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un auto della Finanza

Un auto della Finanza

Usura, estorsione e riciclaggio: sequestri in corso a Terni

Sono gli strascichi dell'Operazione Babylonia condotta da Finanza e carabinieri di Roma su mandato della Dda della Capitale che ha già portato a 23 arresti

Sequestri in corso anche a Terni nell'ambito degli strascichi della cosiddetta "Operazione Babylonia" che nel giugno del 2017 ha portato all'arresto di 23 persone accusate a vario titolo di estorsione, usura e riciclaggio. Indagate anche 26 persone tra cui un notaio, tre commercialisti e alcuni infedeli dipendenti di banca.

I militari del comando provinciale della Guardia di finanza e del comando provinciale dei carabinieri di Roma stanno eseguendo in queste ore un decreto di sequestro di beni emesso dal tribunale capitolino su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia romana che coinvolge dieci società di capitali, per un valore complessivo di circa 6,5 milioni di euro. Un'operazione che arriva a pochi dall’esecuzione del provvedimento che aveva disposto il sequestro di 4 imprese tra Roma e Monterotondo, per un valore di circa 7,5 milioni di euro

Le attività di sequestro sono in corso di esecuzione a Roma e provincia, a Terni, Pescara e Caserta, nonché nelle province di L’Aquila e Latina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La storia di un’artigiana ternana, dal riciclo del materiale di scarto alla trasformazione in pezzi unici: “Collane, bracciali, orecchini su misura”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento