Mamme “ultras”, scoppia la lite per la partitella dei figli: intervengono i carabinieri

Terni, la “contesa” in via Brodolini: le donne hanno iniziato a discutere per chi tra i ragazzini dovesse tirare per primo. I militari hanno dovuto fare da "arbitri" per risolvere la questione

Il pallone è mio e decido io. È successo migliaia di volte a chiunque abbia mai organizzato una partitella tra amici sulla strada del quartiere. Ed è successo anche ieri pomeriggio in via Brodolini a Terni. Solo che la contesa tra ragazzini ha acceso anche gli animi di alcune mamme “ultras” che hanno preso parte alla discussione.

Motivo del litigio, prima tra ragazzini e poi tra le donne, chi tra i figli dovesse tirare per primo: così è scoppiato il parapiglia che ha richiamato l’attenzione di diversi residenti della zona che hanno avvertito il centralino dei carabinieri di Terni.

Sul posto è arrivata una pattuglia che ha cercato di calmare gli animi dei contendenti: nessun contatto fisico, solo parole grosse. Che potrebbero avere qualche strascico giudiziario se qualcuno deciderà di sporgere querela.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uno store internazionale di abbigliamento apre in centro a Terni. Al via le selezioni: “Entro la fine del 2020 l’inaugurazione”

  • Coronavirus, ecco il farmaco più efficace contro ansia, depressione e panico da pandemia

  • Giovane donna dorme sotto la fermata dell’autobus, scatta la gara di solidarietà nel quartiere

  • Coronavirus, nove decessi e 344 guarigioni. A Terni superata la soglia dei 1600 attuali positivi

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Sposta le transenne e finisce con l’auto nel cemento fresco, il sindaco: chieda scusa a tutti i cittadini

Torna su
TerniToday è in caricamento