L’amore diventa un incubo lungo otto mesi: occupa la casa della ex con botte e minacce

Dopo la fine della relazione aveva cominciato a perseguitarla. Lei: è alcolista e violento, arrestato dalla polizia

È finito la sera del 10 gennaio l’incubo di una donna ternana dopo otto mesi di minacce, botte e persecuzioni da parte del suo ex. Tutto era cominciato nel momento in cui la donna aveva troncato la relazione.

“È un alcolista, è violento”, racconterà poi lei agli agenti mentre stringevano le manette ai polsi del cinquantenne. Dopo la fine della storia, l’uomo era stato cacciato di casa dalla ex. E, non sapendo dove andare, aveva cominciato a tempestarla di messaggi e telefonate. Fino a quando, la scorsa estate, non è riuscito ad occupare abusivamente il garage della donna. Che, per timore di ritorsioni, non aveva rivelato a nessuno – nemmeno ai familiari - quanto stesse accadendo.

Passano i giorni, le settimane ed i mesi: il cinquantenne staziona nel garage come un’ombra minacciosa. A dicembre, approfittando di un momento di distrazione della donna, la sorprende alle spalle sul pianerottolo di casa mentre lei sta uscendo per lavoro. L spintona, la fa cadere e si intrufola nell’appartamento, costringendola ad andare a vivere altrove.

Finalmente lei si decide a confessare tutto ai familiari, che il 10 gennaio organizzano un incontro con l’uomo per convincerlo a restituire le chiavi di casa. L’uomo però a tutt’altre intenzioni. All’appuntamento si presenta con un paio di grosse forbici e una catena di metallo: sbraita, minaccia, accusa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È a questo punto che intervengono gli agenti della squadra volante che bloccano l’uomo. Ma lui continua a minacciare e riesce ancora ad infilarsi nell’appartamento. Non restano che le manette: il sostituto procuratore Barbara Mazzullo ha chiesto la custodia cautelare in carcere, concessa dal gip del tribunale di Terni, Federico Bona Galvagno. Ora è in cella, forse l’unica “casa” in cui non sarebbe voluto stare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento