Cronaca

“Oddio”, birra vietata per motivi di sicurezza: ecco come si sono adeguati i distributori automatici a Terni

L’ordinanza del Comune impedisce la vendita di bibite in vetro dalle 15 alle 24 dell’ultimo giorno di campagna elettorale. Ma se vai al supermarket e infili le bottiglie nella busta…

Italiani, e ternani, popolo di santi, navigatori, poeti. E creativi. Basta digitare il codice che fa riferimento ad una bottiglia di birra che sul display compare un eloquente “Oddio”.

ordinanza anti vetro terni (4)-2Anche così i distributori automatici di Terni si sono adeguati all’ordinanza del sindaco di Terni, Leonardo Latini, che vieta in questa ultima giornata di campagna elettorale, soprattutto in concomitanza della presenza nella città dell’acciaio dei maggiori leader politici nazionali (in ordine di comparizione Giorgia Meloni, Silvio Berlusconi, l’onnipresente Matteo Salvini e Nicola Zingaretti) la vendita di bevande da asporto in contenitori di vetro.

ordinanza anti vetro terni (2)-2Se per i locali pubblici rispettare il divieto è relativamente semplice – nonostante le rimostranze di chi, almeno con un goccio d’alcol, avrebbe affrontato col cuore più leggero queste ultime ore di comizi – per i distributori automatici è stato un po’ complesso. E comunque, riprogrammati i macchinari, ai titolari è bastato piazzare i cartelli e informare la clientela che per qualche ora il vetro sarebbe stato bandito.

ordinanza anti vetro terni (1)-2A qualcuno non è però sfuggita una piccola contraddizione. L’ordinanza infatti dice che le bevande in vetro si possono comprare, a patto che vengano messe in una busta di plastica. Insomma, ci si può comprare di tutto, basta che non si veda. Occhio non vede… Ma almeno il cuore duole un po’ di meno. Prosit.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Oddio”, birra vietata per motivi di sicurezza: ecco come si sono adeguati i distributori automatici a Terni

TerniToday è in caricamento