Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Piediluco

Acqua inquinata, scatta il divieto di balneazione al lago di Piediluco

Ordinanza del sindaco di Terni dopo il monitoraggio di Arpa Umbria che ha rilevato una “non conformità dei parametri microbiologici”

Il sindaco di Terni, Leonardo Latini, ha emesso una ordinanza che prevede il divieto di balneazione nelle acque del lago di Piediluco. Il provvedimento arriva dopo un monitoraggio effettuato lo scorso 16 agosto dai tecnici di Arpa Umbria che hanno rilevato una “non conformità dei parametri microbiologici per le acque di balneazione del lago di Piediluco” relativa alla zona centro urbano.

Da qui la decisione di Palazzo Spada relativa alla “istituzione del divieto temporaneo di balneazione a tutta l'acqua di pertinenza del punto di monitoraggio sul lago di Piediluco in corrispondenza del braccio denominato centro urbano” e “la predisposizione di idonea informazione ai bagnanti”.

ORDINANZA PIEDILUCO_1-2

L’ordinanza sarà in vigore fino all’accertamento “da parte degli organi competenti del ripristino della qualità delle acque di balneazione”.

La violazione dell’ordinanza rientra nelle pene previste dall’articolo 650 del codice penale che prevede l’arresto fino a 3 mesi e una multa fino a 206 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acqua inquinata, scatta il divieto di balneazione al lago di Piediluco

TerniToday è in caricamento