Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Centro

Terni piange Carlo Liviantoni: non ce l’ha fatta l’ex presidente del consiglio regionale

Aveva 78 anni, da qualche giorno era ricoverato in ospedale. Ternano, fu consigliere nazionale della Dc. Pd: “Un punto di riferimento”. Martedì i funerali a San Gemini

E’ morto, all’età di 78 anni, Carlo Liviantoni, politico di lungo corso non solo a Terni ma nel panorama regionale. Liviantoni, classe 1943, era da qualche giorno ricoverato in ospedale a Terni e le sue condizioni sono peggiorate nelle ultime ore, fino al decesso. I suoi funerali si svolgeranno martedì alle 17 alla chiesa di San Francesco a San Gemini. 

Nato a San Gemini, la sua carriera politica iniziò come consigliere nazionale della Dc e come segretario provinciale di Terni. Sempre con la Dc entrò come capogruppo in consiglio comunale. Poi l’approdo in Regione: eletto consigliere regionale nel 1985, divenne poi consigliere regionale dell’Ufficio di Presidenza, fino a diventare vicepresidente del Consiglio regionale. Assessore al turismo, cultura, istruzione e sport, poi presidente del Consiglio regionale, incarico confermato anche nel 2000.

“Esprimiamo il nostro cordoglio per la scomparsa di Carlo Liviantoni - si legge in una nota del Partito democratico comunale di Terni - che è stato uno dei principali punti di riferimento dell'area cattolica popolare per Terni e per l'Umbria.  Da sempre impegnato in politica, ha ricoperto ruoli di primo piano, anche nel Partito Democratico, di cui è stato esponente fino alla fine”.

"La notizia della morte di Liviantoni - spiega il deputato di Forza Italia Raffaele Nevi - mi rattrista molto. Con Carlo se ne va un vero professionista della politica. Persona di grande spessore umano e culturale è stato per me un maestro quando entrati per la prima volta in Consiglio regionale nel 2015. Di lui mi colpì subito l’equilibrio e il grande senso delle Istituzioni. Lascerà un vuoto incolmabile anche come riferimento per la nostra città. Alla famiglia rivolgo le mie più sentite condoglianze". Il sindaco Leonardo Latini, con un telegramma, ha espresso le sue condoglianze e quelle dell’amministrazione comunale alla famiglia di Carlo Liviantoni. “Come Sindaco della città intendo ricordare il lungo e fattivo impegno nelle istituzioni locali di Carlo Liviantoni, in qualità di amministratore nella nostra città e poi di rappresentante di Terni e dei nostri territori nella Regione Umbria, dove si è sempre distinto per la sua serietà e per il suo spessore politico”. 

"La comunità delle democratiche e dei democratici umbri perde una delle sue figure più autorevoli e rispettate. Carlo Liviantoni è stato un riferimento centrale per la vita politica ed istituzionale della provincia di Terni e dell'intera Regione Umbria, e si è sempre distinto per sobrietà ed equilibrio oltre che per un forte attaccamento ai valori democratici e popolari. Con lui se ne va un pezzo di storia recente della città di Terni". Lo afferma il capogruppo regionale Tommaso Bori che invia alla famiglia "a nome del gruppo Pd dell'Assemblea legislativa, sentimenti di vicinanza e cordoglio".

 "Se ne va un uomo che ha inciso profondamente nella politica ternana e umbra. Un uomo che ha segnato un'epoca e che ha accompagnato e vissuto i cambiamenti e lo sviluppo della nostra regione". Lo ha detto il presidente della Provincia di Terni, Giampiero Lattanzi, esprimendo cordoglio per la morte di Carlo Liviantoni. "La storia recente della provincia di Terni è legata alla figura di Liviantoni", ha detto il presidente Lattanzi, che ha espresso alla famiglia le condoglianze a nome proprio e dell'amministrazione provinciale. "Con la sua visione politica e la sua lungimiranza - ha aggiunto, in una nota della Provincia - ha saputo interpretare al meglio le esigenze e le necessità del territorio. E' stato per anni punto di riferimento e guida anche per le nuove generazioni di politici e amministratori ed ha rappresentato un modo di fare politica che guardava sempre con prioritaria attenzione ai cittadini ai loro bisogni, alle loro esigenze e alle loro necessità, senza mai far mancare il suo contributo per lo sviluppo economico e sociale della provincia di Terni e dell'Umbria". 

A nome della giunta regionale la presidente della Regione Umbria Donatella Tesei ha espresso il proprio cordoglio: “Le sue capacità umane e politiche lo hanno portato a ricoprire numerosi ruoli pubblici e a ricevere stima e apprezzamenti trasversali, oltre i confini degli schieramenti politici. Il suo senso delle istituzioni è ancora oggi portato d’esempio. Ci stringiamo attorno alla famiglia, in questo momento di dolore, con sincera e sentita partecipazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni piange Carlo Liviantoni: non ce l’ha fatta l’ex presidente del consiglio regionale

TerniToday è in caricamento