Rapine, aggressioni e scippi nel cuore di Terni: così la zona di Lungonera Savoia la notte diventa terra di nessuno

Ternano inseguito e rapinato dopo essersi appartato con una prostituta: due denunce. La polizia ha anche identificato l’incubo delle “lucciole”: in sella alla bici le sorprendeva alle spalle e rubava le borse

A due passi dalle luci del centro, così la zona di lungonera Savoia diventa terra di nessuno. Prostitute, scippi, aggressioni. E una gran lavoro da parte delle forze dell’ordine per cercare di evitare che la situazione degeneri.

Nell’arco di una settimana, la zona è stata teatro di diversi episodi criminali che hanno impegnato gli agenti della polizia in indagini “lampo”. Ecco i risultati.

Lunedì sera un uomo fa salire sulla sua auto una prostituta e dal Lungonera si sposta in viale Trento, ma, appena ferma l’auto, viene aggredito da un altro uomo che inizia a colpire con violenza i finestrini dell’auto. Impaurito, il cliente apre la portiera e l’uomo lo deruba del portafoglio, mentre la prostituta si impossessa rapidamente dei suoi cellulari, fuggendo insieme al rapinatore. La vittima riesce comunque a chiamare il 113 e immediatamente arriva una pattuglia della squadra volante alla quale fornisce una descrizione sommaria dei due, raccontando anche agli agenti di essersi accorto che un’auto lo aveva seguito da quando aveva fatto salire la prostituta.

Grazie agli elementi raccolti, gli investigatori della polizia di Stato – la terza sezione anti rapina della squadra mobile della questura - sono risaliti ai due autori: si tratta di una coppia di 38enni ternani, entrambi con precedenti penali. Mercoledì mattina, dopo neanche 48 ore, sono stati denunciati per rapina aggravata in concorso.

E sempre nell’ambito dei servizi di prevenzione e controllo del territorio, intensificati nel periodo estivo dal questore Antonino Messineo, è stato identificato anche un ragazzo del Gambia, di appena 22 anni, in provincia di Terni come richiedente asilo, che è stato denunciato - sempre mercoledì mattina - per rapina, lesioni e tentato furto con strappo.

Il primo episodio di cui si è reso responsabile risale a giovedì sera, 22 agosto, quando, in sella alla sua bicicletta, si è avvicinato ad una prostituta in viale Brenta e le ha strappato la borsa, causandole anche una lieve ferita al braccio, mentre cerca di trattenerla. Agli agenti della squadra volante, la donna aveva fornito una vaga descrizione del giovane, consentendo però agli investigatori di mettersi sulle sue tracce.

Venerdì 23 il gambiano era tornato sul posto, tentando di rapinare un’altra prostituta. Questa volta, però, la donna era riuscita a trattenere la borsa e il giovane era scappato poco prima dell’arrivo degli agenti.

Nel corso degli accertamenti, uno dei poliziotti intervenuti si è ricordato di aver indentificato una quindicina di giorni prima, proprio nelle stesso luogo, un giovane extracomunitario che era stato sorpreso mentre si nascondeva dietro una siepe. È così che gli agenti sono riusciti a risalire al giovane che è stato poi denunciato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Non paga la dose di cocaina al pusher ed è costretto a cedergli i suoi valori personali. La polizia intrappola un 25enne di Orvieto

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

Torna su
TerniToday è in caricamento