Richiedente asilo trovato dalla polizia con le tasche piene di droga: scatta la denuncia

Controlli a tappetto nel centro di Terni. Il ventenne aveva addosso hashish e marijuana, ha tentato di nascondere lo stupefacente nella fessura di un muro

Quando ha visto la polizia, ha cercato di disfarsi di una bustina. Agli agenti, quel gesto non è sfuggito. E la perquisizione successiva ha dato ragione ai poliziotti.

Sono state due le persone denunciate nel fine settimana dalla polizia di Stato di Terni nell’ambito delle operazioni di controllo del territorio, intensificate e potenziate dal questore Antonino Messineo per contrastare i reati predatori e lo spaccio di sostanze stupefacenti.

L’attività ha riguardato, in particolar modo, il centro cittadino e i parchi e le aree verdi, zone tenute sotto stretta osservazione dalla questura ternana.

Domenica pomeriggio, mentre una pattuglia stava passando in una via del centro, gli agenti notano un ragazzo che alla loro vista fa un movimento sospetto, come se tentasse di disfarsi di qualcosa. Immediato il controllo e da una fessura del muro alle spalle del ragazzo salta fuori un involucro di cellophane con dentro marijuana.

Inevitabile la perquisizione personale e, nella biancheria intima, gli agenti trovano un altro involucro contenente hashish, mentre nelle tasche sono stati rinvenuti un macina erba e una scatolina portapillole con dentro ancora hashish, per un totale 30 grammi di sostanza stupefacente.

Senza documenti, il ragazzo è stato portato in questura: dagli accertamenti è emerso che si tratta di un richiedente asilo di 20 anni, cittadino della Guinea, già denunciato più volte per lesioni, minacce e resistenza a pubblico ufficiale, con un rintraccio della polizia ferroviaria di Terni per lesioni. Inoltre, a Roma, era stato anche arrestato per spaccio di droga. È stato denunciato in stato di libertà e la sostanza stupefacente è stata sequestrata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sempre domenica pomeriggio, in parco Ciaurro, gli agenti hanno fermato per un controllo un ragazzo e dai riscontri al terminale è emerso che era sottoposto alla misura del divieto di ritorno nel Comune di Terni, emesso dal questore Messineo nel gennaio 2018, quando l’uomo, un teramano di 25 anni, era rimasto coinvolto in un incidente ed era risultato alla guida sotto l’effetto di stupefacenti. È stato denunciato per non aver ottemperato alla misura valida per tre anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del DPCM. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento