rotate-mobile
Cronaca

Scomparsa Barbara Corvi, il caso non è ancora chiuso

Il giudice si è riservato dopo il ricorso contro l’archiviazione presentato dalla famiglia. L’avvocato Giulio Vasatauro: “La vicenda non sia destinata all’oblio”

Udienza stamattina sul caso relativo alla scomparsa di Barbara Corvi. La famiglia della giovane mamma scomparsa da Amelia nell’ottobre del 2009 aveva fatto ricorso rispetto alla richiesta di archiviazione avanzata della procura della Repubblica di Terni. Un’udienza molto lunga, durata diverse ore.

Da una parte, la famiglia della mamma scomparsa a chiedere una serie di indicazioni su ulteriori indagini riguardo piste rimaste inesplorate. Dall’altra, il pubblico ministero con la richiesta di archiviazione nei confronti del marito di Barbara, Roberto Lo Giudice, vista l’assenza di novità ed elementi utili a portare in giudizio l’indagato. 

Il giudice, Barbara Di Giovannantonio, ha ascoltato tutti e si è riservato.

“Abbiamo rinnovato la nostra massima fiducia nei riguardi del pubblico ministero - dichiara Giulio Vasatauro, legale della famiglia Corvi -  e confidiamo che la vicenda di Barbara non sia destinata all’oblio”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scomparsa Barbara Corvi, il caso non è ancora chiuso

TerniToday è in caricamento