Sosta selvaggia, l’esercito dei “furbetti”: in un anno multati oltre 9.000 automobilisti

Sanzioni in aumento rispetto al 2017, sono stati 275 i guidatori sanzionati perché al volante mentre usavano il cellulare. Alcol, stretta dei controlli: locali al setaccio

Dal primo gennaio al 5 dicembre 2018 ogni giorno – domeniche e festivi compresi – sono stati multati quasi 26 automobilisti per divieto di sosta.

Il bilancio della polizia municipale di Terni – all’interno del dossier relativo al piano della performance 2018 di Palazzo Spada – parla di un “sistematico controllo delle soste di veicoli di intralcio alla circolazione” con l’obiettivo di “incrementare la fluidità della circolazione stradale” attraverso “significativi interventi preventivi e repressivi” così da assicurare “una maggiore fluidità della circolazione stradale” anche sulla scorsa di “reiterate direttive impartite dall’organo di direzione politica”. Stringere la lente dunque sul fenomeno della sosta selvaggia in città che ha portato a 9.010 sanzioni elevate nel 2018, con un incremento del 3,1% rispetto al 2017.

Dal primo gennaio aumentano gli importi delle contravvenzioni: le cifre

Un altro obiettivo che era stato indicato per il 2018 riguardava la necessità di “incrementare i livelli di sicurezza nella circolazione stradale, incidendo prevalentemente sul comportamento dei conducenti di veicoli”. In modo particolare, si è cercato di contrastare l’uso del telefono cellulare alla guida. Gli agenti hanno perciò messo in campo “significativi interventi preventivi e repressivi per scoraggiare il fenomeno dell’utilizzo del cellulare durante la guida”. Dal primo gennaio al 17 dicembre sono state accertate 275 violazioni, il 12% in meno rispetto a tutto il 2017, probabilmente anche in conseguenza del “costante controllo su strada”.

Ultimo obiettivo, contenere l’abuso di sostanze alcoliche. Nel 2018, la polizia municipale ha effettuato controlli, in orari diurni e notturni e nelle giornate del fine settima, in esercizi pubblici del centro storico della città e delle zone periferiche, “preordinati alla verifica della conformità della vendita e della somministrazione di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, alla normativa di settore. I controlli – dice il report della Municipale - sono aumentati del 15,3% rispetto al 2017”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Coronavirus, scuole chiuse a Terni. La rabbia dei genitori: “Impossibile gestire la vita di una famiglia. Avvertiti troppo tardi”

  • Covid, le previsioni che spaventano: tra novembre e dicembre possibili più casi che nella fase 1

  • Primario del Santa Maria di Terni positivo al covid-19. Tamponi a tappeto

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento