rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca

Operazione “Est”, fiumi di droga da Napoli e Roma per il mercato di Terni: arrestato ultras della Ternana

Indagine dei carabinieri, in manette anche una parrucchiera ternana e i grossisti del pusher. Botte e ricatti per i debiti non pagati: ecco i dettagli

La centrale dello spaccio era un appartamento del centro di Terni. Che i carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Terni hanno tenuto d’occhio per diversi mesi. I clienti arrivavano, suonavano al citofono, salivano le scale e poco dopo se ne andavano. Con in tasca hashish, marijuana e cocaina. Fiumi di droga che da Napoli e Roma alimentavano il mercato cittadino dello sballo.

A tirare le fila dello smercio, secondo quanto ricostruito dagli investigatori coordinati dalla procura della Repubblica, sarebbe stato un quarantenne ternano, ultras della curva Est. Da qui il nome dell’operazione (“Est”, appunto) che è scattata all’alba di oggi è ha visto impiegati militari del comando provinciale di Terni assieme ad una unità cinofila di Firenze e colleghi di Roma e Napoli per dare esecuzione a sei misure di custodia cautelare in carcere a carico di altrettante persone, accusate di detenzione e spaccio in concorso di sostanze stupefacenti ed estorsione.

Secondo la ricostruzione dell’accusa, il quarantenne ternano aveva creato presso il proprio appartamento un punto di smistamento della droga: per piazzarla sul mercato ternano si serviva dei cosiddetti “cavallini” che provvedevano a vendere la sostanza stupefacente. L’appartamento era una sorta di magazzino dove la droga veniva stoccata. Il rifornimento era curato da due napoletani – di 39 e 25 anni – che più volte a settimana facevano la spola tra la Campania e la città dell’acciaio. Inizialmente, il 40enne era l’unico cliente, ma i frequenti viaggi a Terni gli avevano consentito di mettere in piede anche una loro rete di spaccio. Base dell’attività erano alcuni residence dove i napoletani alloggiavano: per evitare di essere rintracciati, cambiavano spesso domicilio e utilizzavano diverse macchine a noleggio per i viaggi, così da eludere i controlli.

Quando il ternano maturava dei debiti con i principali fornitori, a dargli la droga ci pensava un 42enne che portava lo stupefacente da Monte Porzio Catone, Roma, fino a Terni. Riferendosi a quest’ultimo, gli inquirenti parlano di una persona con un “elevato spessore criminale” che sarebbe emerso in tutta la sua violenza quando “per recuperare un credito di circa 10 euro maturato nei confronti del ternano per lo stupefacente consegnatogli e non ancora pagato – ricostruiscono gli investigatori - aveva eseguito una vera e propria estorsione malmenando e minacciando il debitore. Il romano si era infine impossessato di una Fiat 500L e di uno scooter di proprietà del ternano, che aveva poi rivenduto a Roma per monetizzare e recuperare il credito”. Nei confronti del romano l’accusa è infatti anche quella di estorsione.

Tra i destinatari della misura custodiale anche una parrucchiera ternana di 55 anni ed 31enne tunisino, clienti di uno dei napoletani e particolarmente attivi – secondo i carabinieri – sulla piazza dello spaccio ternano.

Questa la ricostruzione degli investigatori: “La donna, all’epoca dei fatti contestati, era solita rifornire i propri clienti direttamente dal suo negozio, tanto che anche dopo l’orario di chiusura vi si tratteneva lasciando la serranda semiaperta. Il tunisino, pur essendo pluripregiudicato e sottoposto al regime degli arresti domiciliari da novembre 2021, continuava imperterrito la sua fiorente attività di spaccio. Non potendosi muovere dalla sua abitazione, lo stesso si serviva di suoi cavallini che incaricava anche di rimborsare il fornitore del prezzo dello stupefacente preso e venduto attraverso ricariche postepay per suo conto”.

Oltre ai sequestri già effettuati nel corso dei mesi indagine, l’operazione di stamattina ha permesso di recuperare in casa di uno degli indagati – un 32enne ternano, finito poi ai domiciliari - 140 grammi di marijuana, poco più di 10 grammi di hashish e materiale vario per il relativo confezionamento.

Allegati

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione “Est”, fiumi di droga da Napoli e Roma per il mercato di Terni: arrestato ultras della Ternana

TerniToday è in caricamento