Giù dal balcone, il racconto del testimone: ecco cosa è successo

Parla il ragazzo che, tornando a casa, venerdì notte ha chiamato la polizia dopo che una ventenne era precipitata dal terzo piano di un palazzo in via Barberini

"Stavo tornando a casa con un mio amico, quando abbiamo incontrato un altro nostro conoscente che ci ha fermato e ci ha detto di non passare per piazza San Francesco. Non aveva capito bene cosa stesse succedendo, ma questo è il consiglio che ci ha dato. Parlava di gente un po' su di giri, ma noi non ci siamo preoccupati e abbiamo continuato per la nostra strada".

Sono queste le parole con cui il ragazzo che venerdì notte ha chiamato la polizia inizia il racconto di ciò che a breve si sarebbe trovato davanti.

"Eravamo su via Lanzi", continua. "Ci siamo spostati dal lato della Leonardo Da Vinci per cercare di vedere, più da lontano cosa stesse succedendo. La prima cosa che ho notato è stata una figura con in mano un piumone che tentava di coprire qualcosa a terra. Abbiamo pensato a uno stupro e siamo corsi là".

La scena che si sono trovati davanti però era un po' diversa. C'era una ragazza stessa a terra e il signore con il piumone, che poi hanno scoperto essere il padre, cercava di coprirla. Con loro due ragazze e un ragazzo che continuavano a ripetere: "È caduta, è caduta". Un altro ragazzo che passava di lì, tentava di rassicurare tutti dicendo di aver chiamato l'ambulanza. Ma la situazione non era chiara, erano tutti sconvolti così il testimone ha chiamato il 113.

Durante l'attesa hanno provato a parlare con la ragazza, chiendole il nome, ma lei, pur cosciente, non rispondeva. Hanno allora capito che la ragazza non era caduta mentre camminava, era caduta dal terzo piano della palazzina alle loro spalle. 

Dopo pochi minuti è arrivata l'ambulanza seguita dalla polizia che ha preso da parte il padre della ragazza per cercare di capire cosa fosse successo. Il 118 ha invece caricato la ragazza, ancora cosciente.

Questo è il racconto della drammatica notte di venerdì quando una ragazza di vent’anni è precipitata dal terzo piano di un palazzo che affaccia su via Barberini, nel centro storico di Terni.

La giovane, caduta nel vuoto, ha riportato fratture multiple e ora è ricoverata in gravi condizioni nel reparto di rianimazione dell’ospedale Santa Maria di Terni. Non sarebbe, comunque, in pericolo di vita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La questura sta cercando di ricostruire la dinamica dei fatti per capire se la caduta sia stata conseguenza di un incidente – la perdita di equilibrio o un malore – oppure di un gesto volontario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Coronavirus, nuovo balzo dei ricoverati e cinque decessi. A Terni cresce di cento unità il numero di Covid+

  • Coronavirus, ordinanza restrittiva di ‘Halloween’: spostamenti solo motivati da autodichiarazione. Chiudono le scuole

  • “Angeli” in corsia nell’ospedale di Terni, la lettera: “Grazie per l’assistenza e la disponibilità verso nostra madre”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento