rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca Orvieto

Fermi all’autogrill con i bolidi di lusso, ma è un traffico di vetture rubate: maxisequestro e denunce

Operazione della polizia stradale di Orvieto, fermate auto per un milione di euro. Le indagini sui noleggiatori di mezza Italia e la “fuga” verso Paesi extraeuropei

Porsche, Maserati, Audi: gioielli da far venire i brividi, ferme all’autogrill con attorno quelli che sembravano i loro proprietari. Vestiti di tutto punto, con fare tranquillo. Eppure, quella carovana di auto di lusso ha destato i sospetti degli agenti della polizia stradale di Orvieto. Che hanno così voluto vederci chiaro. Ed ecco quello che hanno scoperto.

Il blitz è scattato qualche notte fa. Durante un normale giro di perlustrazione lungo l’autostrada del Sole, i poliziotti notano queste tre vetture, fiammanti, parcheggiate in una stazione di servizio mentre una quarta vettura stava riprendendo la marcia in direzione nord.

traffico auto lusso polizia stradale terni orvieto (4)Gli agenti si avvicinano e chiedono i documenti. Le persone ferme – tutti cittadini francesi, originari di Paesi nordafricani (Tunisia, Marocco e Algeria) fanno vedere le carte dalle quali – sembra – che le auto siano state prese a noleggio presso un’azienda del Napoletano. Controllando la situazione, uno dei poliziotti nota però un dettaglio: all’interno dell’abitacolo si vede un pezzo della plancia che è stato smontato. Per scrupolo, la pattuglia dirama l’allerta sulla quarta vettura da poco partita, che in una manciata di minuti viene intercettata dai colleghi della Polstrada di Arezzo.

A questo punto, gli accertamenti proseguono nel comando orvietano. E continuando a spulciare i documenti e i contratti di noleggio prodotti dai cittadini francesi, emerge qualche altro dettaglio che non convince a pieno gli investigatori.

Si scopre così che le tre auto fermate ad Orvieto, la quarta bloccata ad Arezzo ed altre dodici – sempre auto di lusso, per un valore complessivo di quattro milioni di euro – si era “indebitamente appropriata – spiega una nota della Polstrada - una ditta di autonoleggi nel Napoletano che a sua volta le aveva prese a noleggio da un’altra ditta nel Frusinate”.

Insomma, un vero e proprio traffico di auto di lusso dietro al quale si nasconderebbero diversi reati come l’appropriazione indebita, “con l’intervento di numerose persone, sia italiane che straniere anche in territori extranazionali” destinate al riciclaggio e all’esportazione. Prova ne è il fatto che alcuni tra i veicoli sospetti sarebbero stati ritrovati in alcuni Paesi extraeuropei. Le indagini dunque proseguono per cercare di chiarire tutti i dettagli mentre i tre cittadini francesi sono stati intanto denunciati per ricettazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermi all’autogrill con i bolidi di lusso, ma è un traffico di vetture rubate: maxisequestro e denunce

TerniToday è in caricamento