rotate-mobile
Cronaca

Trasporto di animali, la polizia di Terni scopre altri camion “lager”

Maiali stipati nel cassone senza ventole e bovini ammassati, proseguono le verifiche e i controlli degli agenti della Stradale

Il periodo che precede le festività pasquali fa registrare un incremento della circolazione di mezzi che trasportano animali vivi. Contestualmente, aumentano anche i controlli da parte della polizia stradale di Terni per verificare che vengano rispettate tutte le regole del settore.

Alle verifiche messe in campo nei giorni scorsi, sono seguite altre attività di controllo proprio per incrementare il contrasto nei confronti di chi cerca di eludere le norme che tutelano gli animali vivi trasportati per lo più verso i macelli. 

Le normative in materia di trasporto animali vivi hanno come ratio quella di non far patire agli animali inutili sofferenze durante il viaggio, nel corso del quale devono essere garantite condizioni di benessere.

Anche nella giornata di ieri sono stati dunque numerosi i controlli e ingenti sono state le sanzioni elevate.

Sulla SS675 è stato fermato un trasportatore di bovini che non aveva separato in appositi stalli le specie munite di corna da quelle sprovviste, al fine di evitare che gli animali durante il trasporto possano ferirsi o addirittura uccidersi.

Un trasportatore fermato ad Orte con 12 bovini era sprovvisto della scala che consente l’accesso ai piani superiori del carico per le necessarie ispezioni al carico durante il viaggio e quindi poter intervenire se necessario. Cosi come è stato contestato ad un autotrasportatore che trasportava 120 suini il mancato funzionamento delle ventole di areazione all’interno del vano di carico.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto di animali, la polizia di Terni scopre altri camion “lager”

TerniToday è in caricamento