rotate-mobile
Cronaca Orvieto

Ricattato per un escavatore: “Mandami altri soldi o perdi tutto”, la truffa corre su facebook

Indagini della squadra anticrimine della polizia di Orvieto, identificato e denunciato. “Numerosi casi di raggiri online, ecco i consigli per evitare di cadere in questi tranelli”

L’offerta era allettante, ma il tranello era dietro l’angolo. Anzi, dietro il click. Ennesimo episodio di truffe online scoperto dagli agenti della polizia.

Stavolta il malcapitato è un cittadino di Orvieto, tratto in inganno da un annuncio interessante per l’acquisto di un escavatore, intercettato scorrendo le centinaia di post che ogni giorno riempiono le pagine facebook.

Il prezzo era fissato a 3mila euro, ma dopo aver inviato il denaro e contattato il venditore, si visto recapitare un messaggio: “Se non mi mandi altri mille euro, scordati l’escavatore e i 3mila che già mi hai mandato”.

L’uomo, intimorito dalla possibile perdita economica, ha inviato gli ulteriori mille euro. Dopo circa una settimana, invece del mini escavatore si è visto recapitare un’altra richiesta di soldi (altri 3mila euro) condita dalla minaccia di perdere tutto se non avesse obbedito. A quel punto, ha deciso di rivolgersi al commissariato di pubblica sicurezza di Orvieto, ha spiegato agli agenti quanto accaduto ed ha sporto denuncia.

Gli investigatori della squadra anticrimine hanno svolto degli accertamenti e, coinvolgendo anche altre articolazioni della polizia di Stato, sono riusciti a raccogliere una serie di elementi che hanno portato all’identificazione ed alla denuncia del presunto autore della truffa, che è stato pertanto denunciato alla procura della Repubblica presso il tribunale di Terni, che coordina le indagini.

Questo non è però che l’ultimo episodio in ordine di tempo. Qualche giorno fa è stato emesso un decreto di citazione a giudizio per un altro caso di truffa legata al mancato acquisto online di una bicicletta che ha visto come vittima un altro cittadino orvietano che aveva versato 500 euro. Al termine delle indagini, il commissariato di pubblica sicurezza di Orvieto aveva denunciato due persone che ora verranno giudicate per il reato di concorso in truffa.

“Innanzitutto, quando si decide di fare acquisti online bisogna verificare con attenzione le recensioni sul venditore – dicono gli esperti della polizia di Stato – È opportuno dare la preferenza a siti certificati o negozi online ufficiali di venditori già noti perché, oltre a offrire sicurezza in termini di pagamento, sono affidabili anche per quanto riguarda l’assistenza e la garanzia sul prodotto acquistato e sulla spedizione dello stesso. Inoltre bisogna diffidare dai prodotti offerti ad un prezzo molto basso: quando il prezzo sembra troppo conveniente è opportuno confrontarlo con quello indicato in altre offerte simili, perché se differisce di molto potrebbe trattarsi di un annuncio non veritiero”.

“Il consiglio – aggiungono - è sempre di prediligere lo scambio a mano, ma se proprio non fosse possibile incontrarsi per via delle distanze, è bene utilizzare e richiedere metodi di pagamento sicuri e tracciabili, evitando il trasferimento di denaro o la ricarica di carte prepagate. Infine, è importante proteggere i propri dati personali e non fornirli mai se non si è certi al 100% del venditore: data di nascita, coordinate bancarie, codice fiscale sono dati estremamente utili per i truffatori”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricattato per un escavatore: “Mandami altri soldi o perdi tutto”, la truffa corre su facebook

TerniToday è in caricamento