Da San Venanzo a Todi per farsi curare, muore in ospedale dopo quasi un’ora d’attesa al pronto soccorso

La procura di Spoleto indaga un medico e un’infermiera del nosocomio della Media Valle del Tevere per il decesso di un settantenne. Disposta l’autopsia

Sarà l’autopsia a chiarire le cause della morte di un uomo di settant’anni di San Venanzo, deceduto la scorsa settimana all’ospedale della Media valle del Tevere di Todi. Gli accertamenti serviranno soprattutto a chiarire se – così come denunciato dai familiari dell’anziano – i quarantacinque minuti di attesa al pronto soccorso della struttura sanitaria, abbiano avuto o meno un peso sul successivo decesso.

Del caso si sta occupando la procura della Repubblica di Spoleto – competente per territorio – che ha iscritto nel registro degli indagati un medico e un’infermiera dell’ospedale di Todi.

Secondo la denuncia presentata dai familiari dell’anziano, l’uomo avrebbe atteso dunque quasi un’ora prima di essere sottoposto alle necessarie cure. Un tempo che, secondo la denuncia sarebbe stato fatale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un aspetto questo su cui dovrà dunque fare  luce l’inchiesta per chiarire se davvero ci siano stati dei ritardi e se, al contrario, quell’intervento poteva essere effettuato in  tempi più rapidi.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • "Sognava di diventare medico". Gli amici e le istituzioni ricordano Maria Chiara. Oggi l'autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento