rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Cronaca Montecastrilli

Si barrica in una stanza di casa, “irruzione” dei carabinieri: ore di angoscia a Montecastrilli

L’uomo ha rifiutato l’assistenza del personale sanitario, provvidenziale l’intervento di un “negoziatore”

Ore di angoscia a Montecastrilli per un uomo di 46 anni che si è barricato in una stanza della sua casa, rifiutandosi di aprire a chiunque. Provvidenziale l’intervento di un “negoziatore” dei carabinieri che ha provveduto a calmare l’uomo fino a quando i colleghi non hanno fatto “irruzione” nella stanza, affidando l’uomo alle cure dei medici del 118 e poi a quelli dell’ospedale Santa Maria di Terni.

Protagonista delle vicenda una persona con problemi psichiatrici che, sulle prime, si è rifiutato di aprire al personale sanitario, assumendo poi un atteggiamento totalmente oppositivo che rischiava di diventare pericoloso anche per se stesso.

È a questo punto che è intervenuto il personale specializzato dell’Arma – un maresciallo appositamente formato per affrontare situazioni critiche come questa – che ha avviato una trattativa con l’uomo che, intanto, veniva controllato a vista da una finestra. Nel primo pomeriggio, i carabinieri di Amelia hanno infine deciso per l’irruzione nella stanza, provvedendo ad affidare l’uomo – incolume – al 118. Fondamentale, per il buon esito della vicenda, si è rivelato il supporto anche dei vigili del fuoco e degli operatori sanitari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si barrica in una stanza di casa, “irruzione” dei carabinieri: ore di angoscia a Montecastrilli

TerniToday è in caricamento