menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccino Coronavirus, adesso l’Umbria va a rilento. E viene anche “snobbata”

Somministrata solo una dose su quattro di quelle consegnate. E le confezioni di siero sono in proporzione più basse rispetto a quelle distribuite alle altre regioni italiane | IL DOCUMENTO

Ad oggi, a fronte delle 4.960 dosi di vaccino consegnate, in Umbria ne sono state somministrate 1.250, pari al 25,2%. La performance regionale ha subito un leggero rallentamento rispetto alle prime ore della campagna vaccinale anti Coronavirus. Dal quarto posto, il cuore verde d’Italia scivola infatti al nono nella graduatoria italiana. Il territorio fino ad ora più efficiente è la provincia autonoma di Trento dove è stato somministrato il 54,8% delle dosi consegnate. Seguono Lazio (48,7%) e Veneto (40,6%). Sardegna, Lombardia e Calabria vanno invece a rilento con una percentuale di somministrazioni che non super la quota del 4%.

QUI LA SITUAZIONE IN TEMPO REALE

Analizzando i dati del commissario straordinario per l’emergenza Covid19, Anci Campania ha però evidenziato un altro aspetto. Ossia che “Umbria, Abruzzo, Campania e Marche allo stato, hanno ricevuto un numero di vaccini, rispetto alla popolazione residente, inferiore alla media nazionale: 0,6% contro 0,8%”.

ANCI - Report Vaccini-2

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La storia di un’artigiana ternana, dal riciclo del materiale di scarto alla trasformazione in pezzi unici: “Collane, bracciali, orecchini su misura”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento