Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Ancora vandali in azione a Terni, imbratta la targa alla memoria di Raoul Angelini

Dopo l’episodio che ha coinvolto il monumento a Torre Maggiore, i soliti ignoti colpiscono ancora. Spinelli (Pd): “Un altro atto che aggiunge oltraggio alla memoria”

I soliti ignoti colpiscono ancora. Dopo gli episodi di vandalismo che hanno toccato i monumenti di Torre Maggiore, è stata imbratta la targa in memoria di Raoul Angelini, giovane carabiniere ternano, ucciso a 21 anni il primo giugno del 1944 nel Reatino dai nazifascisti.

Nell’89esimo anniversario della nascita (14 dicembre 2012) il Comune di Terni gli ha intitolato la rotonda stradale fra via Carrara e il ponte Stanislao Caraciotti, dove è posizionata anche una targa in sua memoria che nei giorni scorsi è finita nel bersaglio dei vandali. La targa è stata infatti imbrattata con una scritta che sembra sia “BNGL”.

“Ennesimo ‘episodio isolato’ di vandalismo, dopo l’ennesimo episodio isolato di pochi giorni fa – commenta Pierluigi Spinelli, segretario comunale del Partito democratico di Terni - in cui fu vandalizzato il monumento in ricordo di Germinal Cimarelli a Torre Maggiore. Questa volta a farne le spese è la targa alla memoria del carabiniere partigiano Raoul Angelini, ternano torturato e ucciso nel ‘44 dai nazi-fascisti. Un altro atto che aggiunge oltraggio alla memoria, alla democrazia, da parte di chi, privo evidentemente di qualsiasi principio, educazione civica, educazione e rispetto per i beni comuni, ritiene un gesto coraggioso la vandalizzione di un simbolo di libertà. Come Partito democratico di Terni non possiamo che condannare vili atti come questo e invitare le istituzioni e le forze di maggioranza a fare altrettanto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora vandali in azione a Terni, imbratta la targa alla memoria di Raoul Angelini

TerniToday è in caricamento