Cocktail per lo sballo dei ragazzini, denunciati dalla polizia i titolari di un bar

Ancora un blitz della polizia ad Orvieto: gli agenti in borghese scoprono che un locale vendeva shottini ai minorenni. È il secondo caso in pochi giorni

Ad Orvieto sembra essere più insistente l’allarme legato allo sballo dei ragazzini. Dopo il blitz della polizia di alcuni giorni fa che ha portato alla denuncia dei titolari di un bar accusati di vendere alcolici ai minorenni e l’appello rilanciato dai carabinieri della Rupe sulla diffusione di alcol e droghe tra i giovanissimi, gli agenti del commissariato di pubblica sicurezza hanno messo a segno un nuovo blitz e scoperto un altro locale del centro storico che vendeva shottini agli under 16.

Nel corso dei servizi serali, finalizzati alla prevenzione ed alla repressione di violazioni della normativa riguardante assembramenti e movida, è stato infatti accertato che nelle serate scorse un altro bar di Orvieto, dopo quello già sanzionato nei giorni scorsi, aveva venduto shottini a ragazzini quindicenni, in violazione della normativa vigente.

I fatti ricostruiti dagli agenti risalgono ad alcune serate fa, quando gli investigatori, in borghese, sono venuti a sapere che anche un altro bar aveva venduto shottini, i bicchierini contenenti cocktail ad alto contenuto alcolico.

Anche in questo caso sono iniziate le indagini di rito, si è riusciti a riscostruire la dinamica di quanto accaduto all’interno del locale e infine gli accertamenti svolti sono stati oggetto di una dettagliata segnalazione inviata  alla procura della Repubblica presso il tribunale di Terni ed alla procura della Repubblica presso il tribunale dei minorenni di Perugia, con la quale i titolari del locale sono stati denunciati per somministrazione di bevande alcoliche a minori con età inferiore a 16 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questo episodio segue di pochi giorni un altro caso simile accertato dal personale del commissariato di pubblica sicurezza di Orvieto che aveva poi portato alla sospensione della licenza per 15 giorni con un provvedimento del questore di Terni. Provvedimento che, probabilmente, verrà ripetuto anche per questo secondo caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lugnano, un'edicola acquistata da un mese già rischia di chiudere: "Mi avevano detto che era tutto a posto"

  • Ferite al volto e alla testa e una spalla fratturata: anziano aggredito in centro a Terni mentre va a votare

  • Rissa in pieno centro a Terni tra lo stupore dei passanti, giovane trasportato all’ospedale

  • Flavio e Gianluca, la “lezione” non è servita. E il metadone di Terni continua a fare “vittime”

  • Coraggio e senso di appartenenza, due giovani aprono una nuova attività. Primissima volta a Terni: “Grande orgoglio”

  • Sesso e droga con due minorenni. Nei guai un trentenne ternano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento