rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Centro / Viale Curio Dentato

Viale Curio Dentato, le ipotesi dopo il sopralluogo: parcheggi per ridurre le corsie e svolte obbligate

Gli assessori Scarcia e Cini, insieme ai tecnici e a un gruppo di residenti, sul posto per la questione sicurezza e traffico nella zona. Ora via alle analisi sulla fattibilità

Ridurre da quattro a due le carreggiate nella parte tra l’ingresso di via Tre Monumenti e il terminal dei bus, con l’inserimento di parcheggi nelle due corsie esterne; introdurre obblighi di svolta a destra per chi esce da piazzale Bosco e da via Sant’Antonio. Sono queste le due soluzioni proposte dal Comune al termine del sopralluogo organizzato martedì mattina in viale Curio Dentato. Nei giorni scorsi era di nuovo montata la protesta dei residenti per la questione sicurezza, in particolare dei pedoni: l’assessore alla viabilità Giovanna Scarcia, insieme al collega della Mobilità Federico Cini e ai tecnici di Palazzo Spada, hanno effettuato un sopralluogo proprio per capire la fattibilità degli interventi. 

Da quanto emerso, le considerazioni dei tecnici partono da un punto: la prima parte di viale Curio Dentato, ossia quella tra la rotonda che porta a via Eugenio Chiesa e l’intersezione con via Tre Monumenti, non potrà subire cambiamenti, per via della mole di traffico che arriva e va verso il centro e verso la stazione. Discorso diverso invece per la seconda parte della strada, ossia quella che dall’incrocio con via Tre Monumenti porta fino al terminal dei bus e alla stazione di piazza Dante. In quel tratto si potrà intervenire. 

In particolare l’idea che ora i tecnici studieranno nei dettagli è di ridurre la quattro carreggiate, in particolare di fronte alla scuola De Filis, inserendo dei parcheggi sulle due corsie esterne, nei due sensi di marcia, dimezzando così le carreggiate e anche la lunghezza degli attraversamenti pedonali. Inoltre, considerando che al momento dalle diverse intersezioni stradali che portano sul viale si può svoltare sia a destra che a sinistra, con pericolo aumentato per manovre impegnative, ecco che l’altra idea è di inserire l’obbligo di svolta a destra per chi esce da via Sant’Antonio, accanto alla chiesa, e sempre a destra per chi esce da piazzale Bosco. Chi vorrà invertire il senso di marcia dovrà quindi arrivare fino alle rotonde che chiudono il viale.     

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viale Curio Dentato, le ipotesi dopo il sopralluogo: parcheggi per ridurre le corsie e svolte obbligate

TerniToday è in caricamento