ThyssenKrupp vende Elevator Technology per 17,2 miliardi. Benefici (possibili) per Acciai Speciali Terni

I segretari territoriali hanno convocato una riunione per lunedì per fare il punto della situazione e chiedere il tavolo al Mise alla luce della vendita di Elevator

foto di repertorio

ThyssenKrupp vende l'attività di Elevator Technology per 17,2 miliardi di euro al consorzio di offerenti guidati dalla fondazione Advent, Cinven e RAG. Per la multinazinale tedesca è più di una boccata di ossigeno perché i ricavi delle vendite aprono la strada a un'ulteriore trasformazione di Thyssenkrupp, l'afflusso di cassa rimane all'interno dell'azienda, gli acquirenti offrono un sito di ampia portata e garanzie occupazionali per TK Elevator, pagamento del prezzo di chiusura e di acquisto previsto entro la fine dell'anno fiscale in corso. Per Martina Merz, amministratore delegato di TK: “Con la vendita di Elevator, Thyssenkrupp può riprendere velocità. Ridurremo il debito della società per quanto è necessario e allo stesso tempo investiremo quanto è ragionevole nel suo ulteriore sviluppo".

La decisione del rispettivo consiglio di amministrazione è stata approvata giovedì sera dal consiglio di vigilanza di Thyssenkrupp AG. L'accordo di acquisto è stato firmato. La chiusura della transazione è prevista entro la fine dell'anno fiscale in corso. Il prezzo di acquisto di 17,2 miliardi di euro e Thyssenkrupp reinvestirà parte del prezzo di acquisto (1,25 miliardi di euro) in una partecipazione nel settore degli ascensori. La transazione è soggetta all'approvazione del controllo delle concentrazioni, sebbene Thyssenkrupp non si aspetti che le autorità competenti abbiano riserve. I proventi della transazione rimarranno all'interno della società e saranno utilizzati nella misura necessaria per rafforzare il bilancio. Oltre a ciò, i proventi devono essere utilizzati per far avanzare lo sviluppo delle attività rimanenti e del portafoglio. Come annunciato all'Assemblea generale annuale alla fine di gennaio, Thyssenkrupp sta procedendo alla fase di analisi in modo che una decisione sull'uso concreto dei fondi possa essere presa a maggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Acciai Speciali Terni - che fa parte della divisione Materials - dalla vendita di Elevator, potrebbe trarne benefici in virtù di possibili investimenti a Terni. I segretari territoriali hanno convocato una riunione per lunedì per fare il punto della situazione e chiedere il tavolo al Mise alla luce della vendita di Elevator.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del DPCM. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento