Economia

Acciai Speciali Terni, Nevi post incontro con Patuanelli: “Fare in fretta”. L’esito della riunione per il futuro del sito

L’onorevole di Forza Italia ha fatto il punto della situazione: “Non è certamente positivo lasciare un'azienda, di tale importanza, troppo a lungo in una situazione di incertezza”

Cresce l’attesa per il tavolo di confronto convocato dal Ministero dello Sviluppo Economico, sulle ultime vicissitudini che hanno coinvolto Acciai Speciali Terni. L’onorevole Raffaele Nevi, a seguito della call conference tenutasi nel corso del pomeriggio alla presenza di Stefano Patuanelli – titolare del dicastero – ha dichiarato: “Da un punto di vista metodologico ritengo utile aver coinvolto noi parlamentari umbri per affrontare questo tema. Il mio auspicio è che ci sia l'unità di tutte le forze politiche”.

“Al ministro Patuanelli – afferma Nevi - ho ribadito il concetto che ho espresso sin dal primo momento, chiedendo che si impegni la multinazionale tedesca su due questioni fondamentali. La prima riguarda il rispetto da parte di Thyssenkrupp degli accordi sottoscritti e il relativo cronoprogramma del piano di investimenti, soprattutto in campo ambientale. Su questo infatti mi auguro che il Governo vigili su quanto concordato, perché sono in essere progetti importanti. Inoltre ritengo che ci debba essere da parte della stessa azienda l'impegno a ricercare un partner (se italiani sicuramente meglio) o acquirente che abbia interesse a sviluppare il sito ternano dal punto di vista della produzione industriale, mantenendo il ciclo integrato che riguarda l'area a caldo e freddo, la Società delle Fucine e il Tubificio”.

“Spero che si faccia in fretta – conclude Nevi - perché non è certamente positivo lasciare un'azienda, di tale importanza, troppo a lungo in una situazione di incertezza che finirebbe per rendere più fragile l’azienda e quindi con essa la città di Terni e l’intera Umbria”.

Il ministro Stefano Patuanelli, a margine del confronto, ha dichiarato: “Si è svolto al MISE in videoconferenza, in un clima positivo, l’incontro preparatorio in vista del tavolo su Ast di Terni. Insieme ai sottosegretari Alessandra Todde e Alessia Morani ci siamo confrontati con i parlamentari rappresentanti di tutte le forze politiche sul futuro del sito siderurgico. Acciai Speciali di Terni è infatti un’azienda strategica nazionale che va tutelata nel pieno rispetto di una procedura privata di cessione. L’obiettivo è trovare una soluzione condivisa che consenta di proseguire nell’attività produttiva dello stabilimento e tutelare i lavoratori”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acciai Speciali Terni, Nevi post incontro con Patuanelli: “Fare in fretta”. L’esito della riunione per il futuro del sito

TerniToday è in caricamento