Giovedì, 23 Settembre 2021
Economia

Acciai Speciali Terni, lungo confronto: “Trend positivo sulla produzione. Al via la fase tre per il processo di vendita”

Le segreterie territoriali hanno incontrato la Direzione Aziendale dello stabilimento produttivo ternano. Sul piatto anche il tema del cambio di appalto per il reparto MetalRecovery

foto di repertorio

Un lungo confronto avvenuto nel corso della giornata di oggi – giovedì 9 agosto – tra le sigle sindacali ed i rappresentanti di Acciai Speciali Terni. Nella fattispecie Fim-Fom-Uilm-Fismic-Ugl-Usb hanno incontrato l’Amministratore delegato del sito produttivo Massimiliano Burelli, il Direttore del personale Alessandro Rusciano ed il Direttore di stabilimento Dimitri Menecali.

Al termine del vertice i sindacati territoriali hanno reso noto l’esito del tavolo: “L’Amministratore delegato ha sostanzialmente confermato l’effervescenza del mercato e il trend positivo sulla produzione. Anche per quanto riguarda il processo di vendita viene confermata la tempistica che già conoscevamo, ribadita nei precedenti incontri” affermano i sindacati. “Prerogativa di una complessa operazione tra l’altro assoggettata alla procedura anti-trust, si è avviata la fase tre con la presentazione di alcune offerte vincolanti”. Nella fattispecie i gruppi interessati sono gli italiani Arvedi e Marcegaglia ed i cinesi di Baosteel. Secondo le ultime indiscrezioni i coreani di Posco avrebbero fatto un passo indietro.

Nel contempo: “Fim-Fom-Uilm-Fismic-Ugl-Usb hanno chiesto, come sempre, che i piani industriali oltre ad essere di sviluppo per l’azienda garantiscano gli assetti produttivi, i livelli occupazionali e salariali dei lavoratori diretti e dell’indotto, nonché l’integrità del sito nel suo complesso. La Direzione aziendale ha confermato per il momento i piani di sviluppo e che le offerte riguardano l’intero del sito, scongiurando il rischio dello spacchettamento”.  Le Organizzazioni Sindacali: “Ritengono che tutti i soggetti in campo devono svolgere il proprio ruolo per difendere la più volte dichiarata strategicità delle produzioni, e che in questa delicata fase non servono più annunci ma azioni concrete, senza nessuna speculazione, questa è stata in passato l’unica condizione per risolvere le criticità”.

Infine è stato affrontata anche una delicata vertenza che riguarda il cambio di appalto del MetalRecovery: “Abbiamo registrato l’avvio dei tavoli di confronto tra le parti e la volontà di tutti di difendere l’occupazione e il salario dei lavoratori interessati. Sulla verifica dell’accordo ponte e la relativa procedura di mobilità degli impiegati amministrativi proseguirà il confronto nei prossimi giorni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acciai Speciali Terni, lungo confronto: “Trend positivo sulla produzione. Al via la fase tre per il processo di vendita”

TerniToday è in caricamento