rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Economia

Crisi Alcantara: “Sette settimane di cassa integrazione. Non accadeva dal 2009”

Le richieste della Rsu: “Anticipo della cassa integrazione e la maturazione delle spettanze nel periodo di riferimento. Inoltre si sta studiando una banca ore solidale per i lavoratori che operano nei reparti a maggior impatto”

La situazione del mercato dell'auto complica le operazioni di ripartenza di Alcantara. Per il primo trimestre del nuovo anno fiscale è stimato un calo del 50% degli ordinativi, rispetto al budget già dimensionato ad una crisi partita nel 2019.

Sette settimane di cassa integrazione dal 15 maggio al 5 luglio: non accadeva dal lontano 2009 anno della crisi internazionale dei mercati. Di queste due interesseranno l'intero stabilimento e nello specifico nel periodo compreso tra il 25 maggio ed il 7 giugno. Successivamente si opererà a marcia ridotta, cercando di avere quanto prima risposte dai mercati per una crescita degli ordinativi. Nel contempo se la produzione si ferma la ricerca e lo sviluppo per la nuova produzione FANS andranno avanti, così come anche il percorso di certificazione delle mascherine chirurgiche da parte del Ministero della salute.

La RSU nell'incontro ha richiesto l'anticipo della cassa e la maturazione delle spettanze nel periodo di cassa e inoltre si sta studiando una banca ore solidale per i lavoratori che opera in reparti a maggior impatto di cassa integrazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi Alcantara: “Sette settimane di cassa integrazione. Non accadeva dal 2009”

TerniToday è in caricamento