Nomine & Poltrone - Un avvocato ternano alla guida delle Professioni di Confcommercio

Raffaela Sabatini eletta presidente della nuova sezione che rappresenta partite Iva, freelance e autonomi dell'Umbria

L'avvocato ternano Raffaela Sabatini

Nasce Confcommercio Professioni Umbria, un avvocato ternano alla guida. Eletta alla guida della neonata sezione che rappresenta partite Iva, freelance e lavoratori autonomi Raffaela Sabatini che è anche stata nominata come delegata nella Confcommercio Professioni nazionale di cui è coordinatrice l'ex senatrice perugina Anna Rita Fioroni. “Si tratta di dare una rappresentanza unitaria, forte, e anche molto radicata a livello territoriale a tutti quei lavoratori autonomi che oggi non sono organizzati in ordini e collegi”, le prime parole della neo presidente che sarà accompagnata nel lavoro dai consiglieri Claudio Bruzzesi, Roberto Cappanera, Simona Fanelli, Tiziano Grosso, Fabrizio Minelli, e Adriana Velazquez.

“L'impegno di Confcommercio Umbria – commenta il presidente Giorgio Mencaroni - è quello di essere sempre più casa comune di questo articolato settore, per dare voce unitaria e autorevole al lavoro autonomo e professionale”. Tra gli obiettivi della nuova sezione di Confcommercio c'è quello di portare a livello locale le battaglie già intraprese a livello nazionale in materia di previdenza complementare anche per le professioni non ordinistiche, per la piena equiparazione dei professionisti alle PMI, l’equo compenso, l’accesso al credito attraverso la copertura dei Cofidi.

Un settore in crescita 

Tra il 2008 e il 2015, a fronte di una riduzione netta dell'occupazione complessiva, i professionisti sono cresciuti del 15% e, in quest'ambito, le nuove professioni sono aumentate di oltre il 50%, collocandosi per la quasi totalità nel commercio, nel turismo e nei servizi.  Secondo una ricerca dell'Ufficio Studi Confcommercio, negli ultimi sei anni il numero di professionisti non ordinistici è cresciuto del 51,6% contro il +14,8% dei liberi professionisti e il +5,8% di quelli iscritti agli ordini. In Italia ci sono più di un milione e 300mila liberi professionisti, pari a circa il 6% degli occupati complessivi, con un reddito medio pro capite di oltre 38mila euro. Di questi, la maggioranza (983mila) è iscritta ad albi o ordini, con un reddito medio pro capite di quasi 45mila euro, mentre i professionisti non ordinistici, cioè le nuove professioni (free lance, professionisti indipendenti), sono 344mila con un reddito medio pro capite di 16.500 euro. Negli ultimi sei anni sono questi ad aver registrato la maggiore crescita. I nuovi professionisti si inquadrano per la quasi totalità nei servizi di mercato (97% ) e svolgono soprattutto attività professionali, scientifiche e tecniche (per il 52,1%), con un reddito medio pro capite di 18mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiori d’arancio per Samanta Togni, il “sì” a Narni il 15 febbraio: ecco le pubblicazioni di matrimonio

  • Incidente stradale, muore dopo un violento schianto contro un albero

  • Cospea Village, via libera al secondo piano: più negozi e nuovi posti di lavoro

  • Inquinamento a Terni: “Leucemie, linfomi, tumori, melanomi: eccesso di morti per tutte le cause”

  • Lutto nella medicina sportiva ternana: è scomparso Italo Pieramati

  • Dramma sfiorato, camion perde le ruote che finiscono contro un'auto

Torna su
TerniToday è in caricamento