rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Economia

Caro bollette, “rogo” in piazza e vetrine al buio: “Non spegnete l’Italia, non spegnete il futuro”

Mobilitazione di Confcommercio a Terni e in altre dodici città dell’Umbria, Stefano Lupi: “Rincari energetici insostenibili per le attività, la situazione sul piano economico e sociale è critica anche nel nostro territorio”

Prima il corteo, poi il “rogo” delle bollette con “aumenti esorbitanti” e infine la protesta: vetrine al buio alle otto di domani sera, 5 settembre, per tutte le notti fino a venerdì 9.

Anche a Terni, così come in altre 12 città dell’Umbria (Perugia, Assisi, Bastia Umbra, Castiglione del Lago, Città di Castello, Foligno, Gualdo Tadino, Gubbio, Marsciano, Spoleto, Umbertide e una città della Valnerina) è in programma nella mattina a di domani la manifestazione di protesta indetta dalla Confcommercio contro il caro bollette che sta “letteralmente mettendo in ginocchio” gli imprenditori.

“Non possiamo assistere inermi di fronte alle imprese che a breve si troveranno costrette a chiudere - afferma il presidente Confcommercio Terni, Stefano Lupi - L’iniziativa è finalizzata a rendere evidente al Governo, alle istituzioni e all’opinione pubblica l’insostenibilità dei rincari energetici per le attività e la criticità della situazione sul piano economico e sociale anche nel nostro territorio. Per questo chiediamo la necessaria attenzione ed interventi urgenti e rilevanti, in grado di ristorare i conti economici delle imprese”.

L’iniziativa si svolgerà sotto lo slogan “Non spegnete l’Italia, Non spegnete il futuro”: “Alle 11 – spiega una nota di Confcommercio Terni - imprenditori, non solo del terziario, ma di tutti i settori, e cittadini sono chiamati a manifestare in viale della Stazione, sotto la sede della prefettura, esponendo cartelli con gli aumenti esorbitanti delle bollette. Come gesto simbolico, saranno bruciate in piazza le copie delle bollette stesse”.

Alle 11.30 ogni territorio sarà in collegamento con la conferenza stampa di sintesi che si svolgerà a Perugia, con testimonianze in diretta degli imprenditori. La protesta proseguirà poi con lo spegnimento delle luci delle vetrine e delle insegne nelle ore notturne dalle 20 del 5 fino a venerdì 9 settembre.

È infine in programma un incontro tra il presidente di Confcommercio Terni ed il il prefetto al quale “rappresenterà le ragioni della protesta” assieme al sindaco di Terni, Leonardo Latini, ed al Presidente della Provincia, Laura Pernazza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro bollette, “rogo” in piazza e vetrine al buio: “Non spegnete l’Italia, non spegnete il futuro”

TerniToday è in caricamento