“Responsabilità e attaccamento al lavoro”, azienda ternana dà un bonus da 250 euro ai dipendenti

La scelta della Ceplast: il benefit sarà ripetuto ogni mese per tutta la durata dell’emergenza Coronavirus. Marco e Stefano Centinari: “Stringiamo i denti, restiamo uniti”. Donata anche attrezzatura all’ospedale di  Terni

“In momenti di grande difficoltà come questo, riteniamo che ogni impresa, in qualunque settore, debba assumersi l’impegno di sostenere il territorio e difendere ancor più concretamente la sicurezza dei suoi lavoratori e dei suoi prodotti”.

Comincia così la lettera che Marco e Stefano Centinari, titolari della Ceplast di Terni, imprenditori di seconda generazione, hanno indirizzato a tutti i loro dipendenti. Per ringraziarli dell’instancabile impegno e della dedizione che in queste difficili settimane non sono mai venuti meno, ma anche per ricompensare ogni lavoratore con un bonus mensile di 250 euro netti. “Tale benefit - è scritto nella lettera - è stato erogato nel mese di marzo 2020 e sarà ripetuto ogni mese per tutta la durata della emergenza a chi quotidianamente dimostra senso di responsabilità ed attaccamento al lavoro”.

“È doveroso – scrivono Marco e Stefano Centinari - ringraziare i nostri dipendenti che, continuando a lavorare, hanno garantito alla nostra azienda di poter funzionare senza sosta, permettendoci di onorare tutti gli impegni presi nei confronti dei nostri clienti della grande distribuzione alimentare e degli enti pubblici per la gestione della raccolta differenziata dei rifiuti”.

Ceplast, fondata oltre 40 anni fa, è specializzata nella produzione di imballaggi biodegradabili e compostabili per la grande distribuzione organizzata ed è leader di settore nel mercato nazionale ed europeo.

L’azienda, tra quelle autorizzate a proseguire l’attività, ha, sin dall’inizio dell’emergenza, messo in atto una serie di procedure straordinarie, in linea con quanto previsto dal protocollo condiviso per il contrasto e contenimento della diffusione del virus, per garantire la sicurezza di tutti gli operatori, lavorando a pieno regime anche in queste circostanze così difficili.

Nella lettera i fratelli Centinari ringraziano anche tutti i fornitori della filiera produttiva e logistica, “perché - scrivono - è anche grazie al loro impegno che i nostri prodotti continuano ad arrivare presso i clienti. Oggi più che mai dobbiamo essere orgogliosi del nostro lavoro, del nostro Paese. Stringiamo i denti, restiamo uniti e rispettiamo scrupolosamente tutte le regole”.

Nei giorni scorsi Marco e Stefano Centinari insieme e tutti i collaboratori della Ceplast spa, hanno donato all’azienda ospedaliera Santa Maria di Terni, un dispositivo trasportabile di biocontenimento, per un valore di circa 25mila euro. Tale sistema permetterà lo spostamento con protezione dall’ambiente esterno, anche in ambulanza, di pazienti affetti da malattie altamente contagiose o di pazienti con deficit immunitario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Non paga la dose di cocaina al pusher ed è costretto a cedergli i suoi valori personali. La polizia intrappola un 25enne di Orvieto

Torna su
TerniToday è in caricamento