rotate-mobile
Economia Narni

Da Villaggio Polymer alla conquista del mondo: così i “due giovani operai” Aldo e Benito hanno costruito la loro impresa

Festa grande per i primi cinquant’anni della Nuova Steim che oggi vede al timone i figli dei fondatori. Il sindaco di Narni, Lorenzo Lucarelli: “Passione, serietà, resilienza e attenzione ai dipendenti sono stati gli ingredienti vincenti”

Festa grande per i primi 50 anni di attività della Nuova Steim, azienda meltalmeccanica la cui sede si trova lungo la statale Flaminia, a metà strada tra Narni e Terni. Una cerimonia molto sentita che ha visto la presenza dei due soci fondatori, Aldo Alunno Selleri e Benito Bertini, oggi 81enni, nati entrambi nel mese di maggio del 1942. Due colleghi di lavoro, o meglio “due giovani operai” come amano definirsi ancora oggi, che nel lontano 1973 decisero di tentare l’avventura fondando quella che all’epoca venne chiamata Steim (Società ternana impiantistica meccanica) con sede in un piccolo locale del Villaggio Polymer a Terni.

Alunno e Bertini capirono ben presto che la loro idea era vincente, così tre anni dopo acquistarono il terreno dove sorge attualmente l’azienda. Nel frattempo, intensificarono sempre di più i loro rapporti di lavoro con le più importanti aziende del territorio, tra queste Neofil e Polymer. Nei primi anni di attività l’azienda dava lavoro a 4 persone, diventate 15 a metà degli anni ottanta, fino ad arrivare alle 50 unità occupate oggi presso la Nuova Steim. Cinquanta dipendenti tra impiegati, operai specializzati, tecnici e ingegneri.

Tra i passaggi significativi che hanno permesso all'impresa formata dal duo Alunno-Bertini di crescere, di rilevante importanza è stato l’accordo contrattuale stipulato nel 1984 con la società Alcantara di Nera Montoro. Nel 1988 i due soci decisero che era arrivato il momento di aprire una seconda società, scindendo così le due realtà: la Steim Snc immobiliare e la Nuova Steim Srl società operativa. Sul finire degli anni 90 hanno cominciato a fare il loro graduale ingresso all’interno dell’azienda i figli dei due soci fondatori. Un ingresso importante, che ha portato quella ventata di novità che ha permesso all’impresa di crescere ancora.

Nuove Steim, la festa per i cinquant'anni dell'azienda

Nuove conoscenze tecniche, ingegneristiche, amministrative e comunicative sono stati gli elementi che hanno portato linfa ed arricchito il modo di gestire l’azienda con l'ingresso dei nuovi entrati. Nel 2001 particolarmente significativo è stato l’accordo di collaborazione stipulato con la Lyondell Basell riguardante la fornitura di fusti metallici destinati al trasporto di merci pericolose. Una produzione che ancora oggi rappresenta per la Nuova Steim uno dei suoi fiori all’occhiello, essendo questo tipo di manufatto esportato non solo in tutta Italia, ma anche in numerosi Paesi europei ed in altre parti del mondo, come Usa ed India.

“Negli ultimi 20 anni - affermano gli attuali titolari di Nuova Steim, Maurizio Alunno Selleri, Stefano Bertini, Silvia Alunno Selleri e Francesca Bertini - la nostra azienda ha dedicato particolare attenzione al tema delle energie rinnovabili, installando un impianto fotovoltaico in sede per l’autoproduzione dell’energia elettrica, collaborando e diventando partner abituale con il centro di ricerca Enea”. Con la stessa Enea, Nuova Steim collabora dal 2002 occupandosi di realizzare impianti sperimentali per le energie rinnovabili in varie parti d’Italia.

Alla festa dei cinquant’anni, che si è svolta nel capannone centrale dell’azienda, erano presenti oltre ovviamente ai titolari con i loro famigliari, anche i dipendenti con le loro famiglie, ex dipendenti in pensione, collaboratori di studi ingegneristici, studi legali, studi contabili, gestori bancari, spedizionieri e clienti. Erano stati invitati inoltre il presidente ed il direttore di Confindustria Terni e di Confapi Terni, il direttore di stabilimento Alcantara dottor Addino, l’ex direttore ingegner Belloni, dirigenti di Enea, Exolon e molti fornitori. C’era anche il sindaco di Narni, Lorenzo Lucarelli, il quale ha sottolineato la grande importanza che hanno cerimonie di questo tipo. “La Nuova Steim - ha detto il primo cittadino di Narni - è una delle eccellenze del nostro territorio. È bello vedere l’emozione di Aldo e Benito, i due fondatori, e l’entusiasmo dei figli Francesca, Stefano, Maurizio e Silvia oggi al timone. Passione, serietà, resilienza e attenzione ai dipendenti sono stati in tutti questi anni gli ingredienti vincenti. Complimenti per il traguardo raggiunto”. Comprensibilmente emozionati sono apparsi i due soci fondatori, Aldo e Benito, i quali hanno vissuto con grande orgoglio questa giornata di festa, al pari dei loro figlioli, il cui obiettivo è oggi quello di far crescere ancora l’azienda che dirigono, portandola a livelli che nessuno, probabilmente, cinquant’anni fa avrebbe immaginato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Villaggio Polymer alla conquista del mondo: così i “due giovani operai” Aldo e Benito hanno costruito la loro impresa

TerniToday è in caricamento