Economia Orvieto

Le aziende che sfidano la crisi: Labomar acquisisce la maggioranza del gruppo Welcare

L’azienda trevigiana ha rilevato oggi il 63% del capitale sociale della realtà orvietana. Entro l’esercizio 2021 l’acquisto dell’ulteriore 7% per un complessivo 70% del capitale: operazione da 9,5 milioni di euro

Da sinistra Walter Bertin, Fulvia Lazzarotto e Marco Grespigna

Labomar, azienda nutraceutica italiana attiva a livello internazionale, ha effettuato con successo il closing per l’acquisizione della maggioranza del capitale sociale del gruppo Welcare, composto da Welcare Industries spa e Welcare Research srl, aziende produttrici di medical devices dedicati alla cura della pelle. Come previsto dalla lettera di intenti sottoscritta tra le parti il 29 giugno 2021, Labomar ha acquisito il 63% del capitale sociale del gruppo Welcare, l’ulteriore 7% sarà acquisito entro la fine dell’esercizio 2021.

Fondato nel 2000, da Fulvia Lazzarotto e Franco De Bernardini, il Gruppo Welcare con sede a Orvieto sviluppa, produce e commercializza dispositivi medici per la prevenzione e il trattamento di infezioni, e per la gestione di lesioni cutanee di varia eziologia. È presente in 22 paesi in tutto il mondo, tra Europa, Middle East, Sud America e Australia. Marco Grespigna, dal 2020 è socio e consigliere di amministrazione delle società del gruppo.

Il valore complessivo per l’acquisto del 70% del capitale sociale del gruppo è pari a 9,5 milioni di euro. La restante quota del 30% del capitale del Gruppo Welcare rimane nelle mani dei due attuali soci Fulvia Lazzarotto, manager dell’industria farmaceutica con lunghissima esperienza internazionale (in particolare in Sherwood Medical, BMS, Johnson&Johnson Medical SpA) e Marco Grespigna, anch’esso manager di grande esperienza nel comparto (Sanofi, Teva, Angelini, Zentiva). Fulvia Lazzarotto rimane alla guida del gruppo come AD, mentre Walter Bertin, Fondatore e Amministratore Delegato di Labomar, assumerà la qualifica di presidente.

“Siamo molto soddisfatti di questa operazione che riteniamo abbia un fortissimo valore strategico e industriale – commenta Walter Bertin, fondatore e ad di Labomar - Abbiamo avuto la fortuna di conoscere un’imprenditrice di grande energia e capacità come Fulvia Lazzarotto che nel realizzare il proprio sogno ha costruito, insieme al marito, una realtà solida e fortemente specializzata. La presenza di un socio e manager come Marco Grespigna, inoltre, ha contribuito ad arricchire la visione aziendale e il governo delle linee di sviluppo nell’ultimo periodo. Forti delle nostre storie e valori, è stato facile trovare un terreno comune per la realizzazione di un percorso di sviluppo che porterà a risultati di sicuro interesse per entrambe le società”.

“Questa operazione rappresenta una svolta importante nel nostro percorso aziendale e ci proietta definitivamente verso una nuova dimensione di crescita, beneficiando delle importanti competenze e assets di cui dispone Labomar. Questo accordo – dice invece Fulvia Lazzarotto, founder e ad delle società del gruppo Welcare ci potrà consentire di diventare uno dei principali attori in ambito wound care e skincare a livello nazionale e internazionale. Sono molto orgogliosa del team Welcare che, in questi 20 anni di intenso lavoro, ha consentito all’azienda di creare il valore che Labomar ci ha riconosciuto. Sono certa che l’identità di visione e obiettivi che abbiamo condiviso in questi ultimi mesi con Walter Bertin potranno tradursi in ottimi risultati aziendali ed efficaci soluzioni per i bisogni dei nostri pazienti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le aziende che sfidano la crisi: Labomar acquisisce la maggioranza del gruppo Welcare

TerniToday è in caricamento