rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Economia

Lavoro, oltre 5.400 assunzioni previste ad ottobre: commercio e turismo i settori che “tirano” di più

Undici aziende su cento prevedono nuovi ingressi fino a dicembre, un contratto su quattro sarà di apprendistato o a tempo indeterminato. Ma in 42 casi su cento le imprese non riescono a trovare i profili necessari

Lavoro in Umbria: sono 5.480 le assunzioni previste dalle imprese umbre (escluso il settore agricolo) nel mese di ottobre. Le nuove entrate al lavoro saliranno a 14.320 unità nel trimestre da ottobre-dicembre 2021.

Rispetto a un mese fa, i numeri fanno registrare un assestamento del -7,7% che tuttavia non modifica la positiva intonazione della domanda di lavoro in Umbria, che ha portato al recupero delle posizioni pre covid del 2019.

Ma è sempre più difficile per le imprese umbre trovare i profili professionali di cui hanno bisogno: nel mese di ottobre in 42 casi su 100 le aziende incontreranno difficoltà a reperire i lavoratori adatti a coprire i posti di lavoro creati. Un dato ben sotto la media nazionale che non supera i 36,5 casi di difficile reperimento su 100.

Sono gli elementi principali delineati dal bollettino del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere e Anpal e illustrato dal presidente della Camera di commercio dell’Umbria, Giorgio Mencaroni.

La domanda di lavoro di ottobre appare composta prevalentemente dai contratti a tempo determinato, 4.165 unità, pari al 76% di tutte le entrate programmate, poi i contratti a tempo indeterminato e di apprendistato 1.315 entrare, il 24% del totale.

I settori che traineranno la domanda di lavoro nel trimestre ottobre-dicembre sono il commercio con 2.590 entrate al lavoro, i servizi di alloggio-hotel, ristorazione e servizi turistici 1.620 entrate, a seguire costruzioni 1.550 entrate, i servizi alla persona con 1.520 e servizi alle imprese e alle persone 1.420. 

Le entrate al lavoro di ottobre si concentreranno per il 56% nel settore dei servizi e per il 68% in Pmi con meno di 50 dipendenti. Per una quota pari al 31% del totale, le assunzioni previste interesseranno giovani con meno di 30 anni, mentre l’11% sarà destinato a personale laureato.

Dal Borsino Excelsior risulta inoltre che il 16% delle assunzioni sarà destinato a dirigenti, specialisti e tecnici, quota che dopo un recupero nel mese scorso torna ad allontanarsi dalla media nazionale del 20%.

Le imprese umbre con più di un dipendente che hanno previsto assunzioni nel mese di ottobre ’21 e nel trimestre ottobre-dicembre ’21 saranno pari all’11% del totale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro, oltre 5.400 assunzioni previste ad ottobre: commercio e turismo i settori che “tirano” di più

TerniToday è in caricamento