Economia

Focus mercato immobiliare a Terni: il costo del mattone ai tempi del Covid, le zone più richieste e quelle più economiche (vendite e affitti)

Le analisi del report dedicato ai servizi offerti dalla borsa immobiliare, con particolare riferimento ai prezzi registrati per compravendite e locazioni

Il mercato ternano delle compravendite immobiliari è stato condizionato come il resto d’Italia dall'emergenza sanitaria. Viste le nuove esigenze, si cerca una casa che possa essere accogliente per il nucleo familiare, e che allo stesso tempo sia in grado di rendere agevole l'attività lavorativa e lo studio. Si guarda anche come elemento fondamentale ad uno spazio esterno (balcone coperto, terrazza, giardino). Si registrano infatti lievi incrementi sulle nuove costruzioni e soprattutto sulle ristrutturazioni, probabilmente dovuti alla partenza di cantieri incentrati sul restauro e valorizzazione del patrimonio esistente, grazie ai vari incentivi previsti quali Sismabonus, la misura economica voluta dal governo per agevolare gli interventi di messa in sicurezza antisismica delle abitazioni e degli edifici produttivi in zona di rischio sismico, e Superbonus, agevolazione prevista dal Decreto Rilancio che eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2022. E’ quanto emerge dal report dedicato ai servizi offerti dalla borsa immobiliare, con particolare riferimento ai prezzi registrati per le compravendite e locazioni.

Ad agosto 2021 per gli immobili residenziali in vendita sono stati richiesti in media 991 euro al metro quadro, con una diminuzione del 0,20% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso (993 €/m²). Negli ultimi due anni, il prezzo medio all'interno del comune di Terni ha raggiunto il suo massimo nel mese di ottobre 2019, con un valore di 1.002 € al metro quadro. Nel corso dell’ultimo mese, il prezzo richiesto per gli immobili in vendita a Terni è stato più alto nella zona Tuillo, Villa Palma, Piedimonte, con 1.168€ per metro quadro. Al contrario, il prezzo più basso è stato nella zona Borgo Bovio, Brin con una media di 770€ al metro quadro.

Sempre in riferimento allo scorso mese, per gli immobili residenziali in affitto sono stati richiesti in media 5,70 € al mese per metro quadro, con una diminuzione del 1,72% rispetto a agosto 2020 (5,80€ mensili al mq). Negli ultimi 2 anni, il prezzo medio all'interno del comune di Terni ha raggiunto il suo massimo nel mese di Marzo 2020, con un valore di 5,90€ al metro quadro.  Nello stesso mese, il prezzo richiesto per gli immobili in affitto a Terni è stato più alto nella zona Tuillo, Villa Palma, Piedimonte, con 6,10€ al mese per metro quadro. Il prezzo più basso, invece, è stato nella zona Valserra, Marmore, Papigno con una media di 4,30 € al mese per metro quadro.

“In attesa dei dati inerenti al terzo trimestre 2021 – ha dichiarato Giovanni Belati, componente del comitato di vigilanza e del comitato per il listino della Borsa immobiliare umbra - possiamo sostanzialmente confermare il trend positivo dell’ultimo anno per quanto concerne il numero delle compravendite. Anche il mercato del settore turistico – ha sottolineato Belati - ha mostrato un discreto interesse e la nostra regione si sta allineando ai livelli pre covid”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Focus mercato immobiliare a Terni: il costo del mattone ai tempi del Covid, le zone più richieste e quelle più economiche (vendite e affitti)

TerniToday è in caricamento