Investimento da 4 milioni, mille clienti al giorno e posti di lavoro: apre un nuovo supermercato

Amelia, il progetto interessa un’area nella zona industriale di Fornole. La struttura occuperà un’area di quasi quattromila metri cubi. I dettagli dell’operazione

Il 2021 potrebbe essere l’inizio di una nuova era per la zona industriale di Fornole. Perché accanto all’operazione che sta interessando l’area della ex Federici e che vede come protagonista l’azienda Talenti della famiglia Cameli, se ne sta sviluppando un’altra che porterà alla nascita di un punto vendita al dettaglio che andrà ad occupare gli spazi prospicenti l’ex pastificio.

I dettagli del progetto sono contenuti nella relazione ambientale con cui si dà avvio alla procedura Vas (valutazione ambientale strategica) necessaria per procedere alla variante al piano regolatore visto che l’area in questione dovrà passare da industriale a commerciale.

“L’area presa in esame – è spiegato nel documento - interessa una superficie territoriale di 4.852 metri quadrati (...). Nel caso specifico verrà convertita la volumetria produttiva esistente e la volumetria residua per un totale di 3.910,08 metri cubi in commerciale”.

“L’elemento che va esaminato con attenzione – spiega la relazione - con la realizzazione di una attività adibita al commercio è quello del traffico e conseguentemente quello dell’inquinamento in generale con particolare riferimento a quello sonoro”.

vas amelia1-2Il dossier scende poi nei dettagli dell’operazione. “Per quanto riguarda gli impianti dell’attività commerciale in esame, vista la sua potenziale estensione, si prevede nei momenti di massimo flusso un numero di clienti di circa 1.000 persone al giorno, distribuite nella settimana come segue: lunedì 600, martedì 700, mercoledì 700, giovedì 700, venerdì 900, sabato 1.000, domenica 400, pari a circa 800 mezzi. Poi sono da considerare giornalmente un camion per il trasporto frutta di metri 11, un camion tre assi di metri 11 con portata 260 quintali, un camion per il trasporto di latticini di 9 metri, un camion per forniture varie, 10 furgoni per pane e altre forniture giornaliere. Tre volte a settimana vanno poi considerati un camion per il trasporto surgelati, un camion per il trasporto carni appese e un camion per il trasporto di carni confezionate”.

Un volume di mezzi importante che porterà ad “incrementi di traffico ma non congestioni (...). L’aumento dei mezzi non comporterà grandi problematiche alla situazione di traffico anche in considerazione dei parcheggi che verranno realizzati ed in grado di supportare tali strutture”.

Ancora. “L’intervento consisterà di un investimento di circa 4 milioni di euro in parte con finanziamento di istituto di credito ed in parte con finanza provata da parte degli imprenditori. Nel programma di investimento si prevede di assumere a regime 20 persone. Per quanto riguarda la tempistica, l’obiettivo è quello di iniziare i lavori per poi effettuare l’apertura ufficiale entro il 2021”.

Rispetto al “chi” si interesserà dell’operazione, sembra che il marchio che campeggerà sulle nuove insegne sarà quello di Conad.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Giovane donna dorme sotto la fermata dell’autobus, scatta la gara di solidarietà nel quartiere

  • Coronavirus, la regione Umbria rivede la zona ‘gialla’. A Terni crolla il dato degli attuali positivi: oltre centoventi guarigioni

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Sposta le transenne e finisce con l’auto nel cemento fresco, il sindaco: chieda scusa a tutti i cittadini

Torna su
TerniToday è in caricamento