Economia

Occupazione in Umbria: “Quasi novecento assunzioni in più previste rispetto al pre emergenza sanitaria”. I profili più ricercati

Il presidente della Camera di Commercio dell’Umbria Giorgio Mencaroni: “Il trimestre estivo luglio-settembre conferma l’inversione di tendenza della domanda di lavoro nelle imprese umbre”

Numeri che incoraggiano in termini di economia ed occupazione, a livello regionale. Nel mese luglio, infatti, si conferma la ripresa della domanda di lavoro, nelle imprese con almeno un dipendente. È quanto emerge dal Bollettino mensile del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere e Anpal. Saranno 5.640 le entrate al lavoro attese a luglio, un balzo del doppio rispetto alle appena 2.830 unità previste nello stesso mese del 2020. A trainare la ripartenza i settori dei servizi di alloggio, ristorazione e servizi turistici, il settore dei servizi alle persone, il commercio, le costruzioni, i trasporti, logistica e magazzinaggio. Inoltre, dopo due anni, la domanda di lavoro nelle imprese umbre torna sopra e supera i livelli precovid di luglio 2019. Nella fattispecie 890 assunzioni previste in più, in valore assoluto, con una percentuale pari ad un più 18,1%.

Altro elemento incoraggiante quello che concerne il trimestre estivo. In tal senso positiva la dinamica osservata in virtù delle 14.660 assunzioni programmate, circa il doppio di quelle (7.080) del trimestre luglio/settembre dello scorso anno. Dal Borsino Excelsior risulta che il 15% delle assunzioni sarà destinato a dirigenti, specialisti e tecnici, quota che dopo diversi trimestri si riallinea alla media nazionale del 16%. Capitolo under 30: a loro è destinata una quota del 32% delle assunzioni previste, circa 1.804 posti. Stabili all’11% le entrate al lavoro di personale laureato. Per tipo di profilo, le entrate previste sono così ripartite: il 34% operai specializzati e conduttori di impianti; il 33% professioni commerciali e dei servizi; il 15% dirigenti, specialisti e tecnici; il 5% impiegati; il 13% profili generici.

Il presidente della Camera di Commercio Giorgio Mencaroni dichiara a riguardo: “Pur registrando un leggero aggiustamento congiunturale delle previsioni di assunzione, rispetto al giugno scorso, il mese di luglio e il trimestre estivo, confermano l’inversione di tendenza della domanda di lavoro nelle imprese umbre, registrata dal nostro sistema informativo Excelsior. Addirittura raddoppiamo il numero di entrate al lavoro segnalate nel luglio di un anno fa. E superiamo di nuovo, come nello scorso giugno, i livelli precovid di luglio 2019 mediante 890 entrate al lavoro in valore assoluto”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occupazione in Umbria: “Quasi novecento assunzioni in più previste rispetto al pre emergenza sanitaria”. I profili più ricercati

TerniToday è in caricamento