Nomine & poltrone, cambio al vertice di Confindustria: Patrizia Ceprini presidente della sezione di Orvieto

Amministratore delegato di Ceprini Costruzioni, prende il posto di Francesco Lanzi. Nominato anche il nuovo consiglio direttivo: ecco tutti i nomi

Patrizia Ceprini

Sarà Patrizia Ceprini, amministratore delegato di Ceprini Costruzioni, a guidare la sezione territoriale di Orvieto di Confindustria Umbria per il biennio 2020-2022. L’assemblea, che si è riunita in videoconferenza, ha inoltre eletto il vicepresidente Leonardo Fortinelli (Opificio della Seta) e rinnovato il consiglio direttivo.

La neoeletta Ceprini, già vicepresidente della sezione, ha ricevuto il testimone dal presidente uscente Francesco Lanzi (La Romana Farine), giunto al termine del proprio mandato.

“Ho accettato questa sfida – ha sottolineato la neo presidente Ceprini – anche per tener fede alla convinzione profonda che dobbiamo essere noi imprenditori i primi attori del rinnovamento e del rilancio del nostro territorio. Dobbiamo quindi impegnarci in prima persona non solo per dirimere le problematiche di settore, ma anche per costruire sinergie che ci permettano di creare opportunità di sviluppo. Dev’essere chiaro che noi ci siamo e non molliamo, come sempre dimostrato in questi anni segnati prima dalla crisi economica e poi, da ultimo, da un’emergenza sanitaria che mai avremmo immaginato di dover affrontare. Continueremo – ha aggiunto Patrizia Ceprini – nella direzione intrapresa da chi ci ha preceduto e fondamentale sarà ancora una volta il confronto costruttivo con le istituzioni, sempre nell’ottica di creare opportunità per i nostri territori”.

Nel ripercorrere l’attività della sezione, il presidente uscente Francesco Lanzi ha ringraziato i componenti del consiglio direttivo e la struttura tecnica di Confindustria Umbria per il lavoro svolto e l’impegno profuso.

“In questi quattro anni – ha ricordato Lanzi – abbiamo attraversato fasi diverse, gli ultimi mesi sono stati durissimi, ma è proprio nei momenti difficili che noi imprenditori siamo chiamati a svolgere il nostro ruolo di promotori della crescita delle nostre imprese e dell’intera comunità. Ognuno di noi ha la propria esperienza industriale, ma se le uniamo potremo mettere a disposizione di questo territorio un plusvalore prezioso per lo sviluppo. L’esigenza più sentita dalle nostre imprese è creare una rete di relazioni che consenta anche alla periferia di guadagnare la propria centralità in ambito regionale. Si può progredire soltanto se si lavora in sinergia”.

Lanzi, che nelle scorse settimane è stato eletto alla vicepresidenza della sezione agroalimentare di Confindustria Umbria, si è detto “onorato” di questo incarico assicurando comunque la continuità del proprio impegno e supporto al nuovo consiglio direttivo: “Spero di riuscire a interpretare le esigenze di un comparto così importante per l’Umbria. Quanto al futuro – ha aggiunto – sono sufficientemente fiducioso. Le risorse europee potranno dare la giusta spinta per la ripresa, ma non dobbiamo perdere il contatto con la politica. Dobbiamo farci ascoltare, rappresentare senza indugio le nostre istanze, ne va del nostro futuro, di quello delle nostre imprese, dei nostri dipendenti e delle loro famiglie”.

Nel tracciare il bilancio delle attività svolte dalla sezione, Lanzi ha ricordato che l’interlocuzione con la pubblica amministrazione è stata costante così come il confronto con Anas sulle numerose questioni legate alle infrastrutture, per collaborare all’individuazione di piani di gestione e sicurezza laddove vi sono state interruzioni stradali (dalla chiusura del viadotto Montoro alla più recente interruzione del ponte di Baschi). Molto è stato fatto, e si continuerà a fare, anche sul fronte della formazione rafforzando la sinergia tra il mondo delle imprese e gli istituti scolastici del territorio.  

L’assemblea ha eletto anche i componenti del consiglio direttivo della sezione di Orvieto:

Michele Basili, C.I.S.E; Roberto Biagioli, Gruppo Biagioli; Vincenzo Cecci, Cantine Monrubio; Sabrina Ceprini, Altarocca Wine Resort – Italy Lodge; Luciano Ciotti, Ciotti Luciano; Dominga Cotarella, Azienda Vinicola Falesco; Massimo Corneli, Corneli; Riccardo Cristofari, Hotel Orvieto – Quattroluglio; Andrea Giontella, Termopetroli; Francesco Lanzi, La Romana Farine; Danilo Mira, Mira Danilo; Davide Mira, Mira Orvieto; Raffaele Rook, Basalto La Spicca; Paolo Roselli, Cassa di Risparmio di Orvieto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Giovane donna dorme sotto la fermata dell’autobus, scatta la gara di solidarietà nel quartiere

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Coronavirus, la regione Umbria rivede la zona ‘gialla’. A Terni crolla il dato degli attuali positivi: oltre centoventi guarigioni

  • Sposta le transenne e finisce con l’auto nel cemento fresco, il sindaco: chieda scusa a tutti i cittadini

Torna su
TerniToday è in caricamento