Sabato, 18 Settembre 2021
Economia Centro

Pampepato, ciriole alla ternana e gnocchetti collescipolani: nasce il marchio Deco

Palazzo Spada approva il nuovo regolamento per la Denominazione Comunale: un logo che certifica la qualità dei prodotti locali legati alla storia del territorio

Nasce il marchio De.co per i prodotti locali. Pampepato, ciriole alla ternana, gnocchetti collescipolani, pane di Terni e non solo, da oggi potranno avvalersi anche in un nuovo riconoscimento, a garanzia di qualità. Il consiglio comunale di Terni infatti ha approvato, nella seduta di lunedì, il regolamento e l’attuazione del marchio De.Co. Ossia la Denominazione Comunale, attraverso il “Regolamento per la tutela e la valorizzazione delle attività agroalimentari tradizionali locali e istituzione della Deco”. 

Il documento è stato approvato all’unanimità. In sostanza ora i prodotti locali, tipici ternani, potranno puntare a ottenere questo riconoscimento a tutela del consumatore, in particolare per quanto riguarda i prodotti utilizzati. “Attraverso l’attribuzione della Deco - si legge nel documento del Comune - contraddistinta da apposito logo, è possibile certificare un prodotto, dichiararne l’originale provenienza o modalità di produzione nonché costituire una forma di garanzia per il consumatore”. Una operazione che guarda ovviamente anche al marketing territoriale, con l’obiettivo di “censire e valorizzare tutti i prodotti legati alla cultura del territorio”. 

A stabilire chi potrà accedere al logo sarà una commissione tecnica, di cui fanno parte esponenti di Confcommercio, Confesercenti, Cna e Confartigianato. Il nuovo regolamento approvato, che sarà pubblicato a giorni, consentirà alle imprese a ai privati del territorio di presentare domanda per avviare l’iter di acquisizione del nuovo marchio.   

L’atto è stato illustrato dall’assessore alle Attività Produttive Stefano Fatale: “La proposta riguarda la possibilità di promozione delle attività agro alimentari del nostro territorio attraverso un regolamento e un disciplinare che istituisce la De.Co., una denominazione comunale per valorizzare i nostri prodotti. È prevista una commissione presieduta dal sindaco o da un suo delegato, sentite le associazioni di categoria, questo perché l’obiettivo è avere degli esperti, soprattutto nell’ambito culinario, che possano permettere di costituire la denominazione comunale. Per promuovere anche la partecipazione, il logo nascerà da un concorso di idee che coinvolgerà le scuole, a partire dal mese di settembre. Si tratta di una proposta che proviene dall’Anci ma che abbiamo fatto nostra perché può diventare uno strumento per promuovere tutti i nostri prodotti e un aiuto a tutte le attività agro alimentari del territorio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pampepato, ciriole alla ternana e gnocchetti collescipolani: nasce il marchio Deco

TerniToday è in caricamento