rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Economia

Trasporti in Umbria, quattro miliardi di euro dal piano industriale del Gruppo Fs: incremento di due mila posti di lavoro

Approvato il piano industriale del Gruppo Fs 2022-2031: in arrivo anche nuovi treni ecologici

Il nuovo piano industriale del Gruppo Fs Italiane – 2022/2031 - prevede uno dei più importanti investimenti per l'Umbria, dopo gli accordi con la Regione e il Governo, per un valore di 4 miliardi di euro. Oltre 3,56 miliardi di euro previsti come investimento nel Polo Infrastrutture (potenziamento linee e raddoppio Orte-Falconara), poco meno di 400 milioni per il Polo Passeggeri con l’arrivo di 12 nuovi treni e di 474 nuovi bus. Lavori che, secondo le proiezioni degli economisti, avranno ricadute positive sul Pil regionale (dall'1 al 2 per cento) e l'incremento di due mila posti di lavoro. Il piano del Gruppo Fs prevede anche il Piano strade Anas per l'Umbria. 

Andando ad analizzare i progetti e le risorse che verranno utilizzate 1,4 miliardi riguardano le infrastrutture ferroviarie e saranno per lo più destinati al raddoppio della Orte - Falconara, alla velocizzazione della Foligno – Terontola (fasi) ed al potenziamento della Terni – Rieti – Sulmona (fasi).

Ammontano invece a 2,16 Miliardi di euro le risorse destinate alle infrastrutture stradali: tra gli interventi principali il Nodo di Perugia, il completamento della E78 e della Tre Valli Umbre e l’intervento sulla SS318 con il completamento delle Gallerie Picchiarella e Casacastalda.

Sono 389 invece i milioni di euro destinati al Polo Passeggeri: 218 in ambito ferroviario, che si tradurranno nell’arrivo di 12 nuovi treni dedicati al trasporto regionale e nel potenziamento dell’offerta sulla Orte – Falconara e 171 milioni per i servizi su gomma del Trasporto Pubblico Locale, destinati alla progressiva messa in circolazione di 474 nuovi mezzi (elettrici, a gas, ibridi e H2).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporti in Umbria, quattro miliardi di euro dal piano industriale del Gruppo Fs: incremento di due mila posti di lavoro

TerniToday è in caricamento