Primo maggio, il grido dei sindacati: senza lavoro dignitoso, non c’è futuro

Cgil, Csil e Uil hanno scelto Piediluco per la manifestazione regionale. “Si è persa l’identità che ha fatto della nostra regione un luogo bello dove vivere”

La manifestazione a Piediluco

Primo maggio, il grido dei sindacati: senza lavoro dignitoso, non c’è futuro

Cgil, Csil e Uil hanno scelto Piediluco per la manifestazione regionale. “Si è persa l’identità che ha fatto della nostra regione un luogo bello dove vivere”

“Del Primo Maggio c’è oggi quanto mai bisogno, perché il lavoro nel nostro Paese è sempre più schiacciato, marginalizzato e frammentato. Se tre lavoratori devono salire in cima a una gru per chiedere il rispetto dei loro diritti, allora è evidente che si è perso il senso del primo articolo della nostra Costituzione: l’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro”.

Ripartire dal lavoro, che “dà dignità e identità”, è l’appello che Cgil, Cisl e Uil dell’Umbria hanno lanciato oggi, Primo maggio 2019, da Piediluco dove si è svolta, di fronte alla splendida cornice del lago, la manifestazione regionale di Cgil, Cisl e Uil per la festa delle lavoratrici e dei lavoratori.

Al centro degli interventi dei tre segretari generali, Claudio Bendini (Uil), Ulderico Sbarra (Cisl) e Vincenzo Sgalla (Cgil), la questione europea. Quest’anno i sindacati hanno infatti deciso di dedicare tutte le manifestazioni del Primo maggio all’Europa, “un’Europa dei popoli, non della finanza, un’Europa dell’uguaglianza e della giustizia sociale”, come hanno sottolineato i tre segretari umbri.

“Il Primo maggio - hanno aggiunto - non è solo la festa di un giorno, il Primo maggio è un messaggio di centralità del lavoro, perché senza lavoro dignitoso non c’è futuro”. “Anche la nostra Umbria ne ha fortissimo bisogno - hanno detto ancora Sgalla, Sbarra e Bendini - Siamo in grande difficoltà, la fase è critica, si è persa l’identità che ha fatto della nostra regione un luogo bello dove vivere. E allora, come Cgil, Cisl e Uil continuiamo a chiedere con forza un progetto per l’Umbria, per ridare futuro alle giovani generazioni e permettere loro di restare qui, in questa bellissima terra”, hanno concluso i tre segretari. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli operai dell’Acciai Speciali Terni a Carta Bianca su Rai 3: “Salvini ha perso una grande occasione”

  • Terni on, la notte bianca è iniziata: le foto e gli eventi della serata

  • Elezioni regionali, il sondaggio: il centrodestra è in testa, ma l’asse giallorosso è a un soffio

  • Foro boario, il mercato chiude i battenti: via gli operatori entro la fine dell’anno

  • I vigili del fuoco salvano una ragazza finita nel fiume Nera

  • Elezioni regionali, l’alleanza giallorossa scommette sulla candidatura di Fausto Cardella

Torna su
TerniToday è in caricamento