rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Economia

Acciai Speciali Terni, svolta Arvedi per il sito produttivo: via libera dalla Commissione Europea

Il pronunciamento dell’Antistrust: “L’acquisizione proposta non desta preoccupazioni sotto il profilo della concorrenza”

Un pronunciamento atteso per conoscere il futuro di Acciai Speciali Terni. La Commissione Europea si è espressa sull’acquisizione del sito produttivo, da parte di Acciaieria Arvedi Spa. Oltre ad Ast la realtà siderurgica lombarda acquisisce Thyssenkrupp Stainless GmbH e Thyssenkrupp Stainless Turkey. Nell'ambito della transazione il gruppo Arvedi acquisirà anche tre centri di servizio per l'acciaio situati in Germania, Italia e Turchia.

“La Commissione – è scritto nella nota – ha concluso che l’acquisizione proposta non desta preoccupazioni sotto il profilo della concorrenza in quanto, a seguito dell’operazione, sui mercati rilevanti rimarrà un numero sufficiente di operatori alternativi”. Entro il 31 gennaio 2022 è prevista la firma tra le parti interessate per il passaggio da Thyssenkrupp ad Arvedi.

Latini, Tesei e Fioroni  

Il primo cittadino di Terni Leonardo Latini, una volta accolta la novità emersa, ha dichiarato a riguardo: “Accolgo positivamente la notizia che la Commissione Europea ha deciso di dichiarare compatibile con il mercato interno l’operazione di acquisizione AST-ThyssenKrupp da parte del gruppo Arvedi. Il superamento di questa importante fase della procedura – afferma il sindaco Latini – ci fa essere ottimisti sugli sviluppi finali dell’operazione"

Ed ancora: "Le nostre interlocuzioni con il cavalier Giovanni Arvedi sono peraltro continuate anche in queste settimane e, personalmente, resto convinto della possibilità concreta di instaurare una positiva e forte collaborazione tra la città e l’azienda, nel segno della valorizzazione del lavoro e dei lavoratori di AST, sulla scia di una tradizione ultracentenaria che lega Terni e le sue più importanti industrie”.

“Colgo con grande soddisfazione l’approvazione da parte della Commissione europea dell'acquisizione Ast da parte dell'Acciaieria Arvedi” ha affermato la presidente della Regione Umbria Donatella Tesei. “Sapevamo, così come avevo anticipato nei giorni scorsi, che a breve sarebbe arrivato il ‘sì’ della Commissione. Alla famiglia Arvedi che avevo avuto il piacere di ricevere qualche settimana fa, possiamo ora dare il benvenuto ufficiale nella famiglia dell’imprenditoria umbra, certi che saprà valorizzare al meglio il sito ternano, tassello strategico dell’industria italiana"

"Proprio in questa ottica – ha concluso la Presidente - a breve incontreremo nuovamente la nuova proprietà per poter parlare del nuovo Piano industriale e delle prospettive future dell’Acciai Speciali Terni”.

L’assessore regionale allo Sviluppo economico Michele Fioroni ha espresso la propria soddisfazione: “La chiusura del percorso formale di acquisizione di AST da parte del gruppo Arvedi, segna un momento importante rispetto alle prospettive di sviluppo del sito siderurgico integrato, di Terni e dell’intera Umbria e più in generale per il comparto dell’acciaio, strategico per l’industria italiana. Dopo venti anni AST entra a far parte di un grande gruppo industriale italiano che in questi anni ha dimostrato con i fatti di essere in grado di traguardare obiettivi significativi in termini di crescita, generazione di valore e occupazione.”

Ed ancora: “Siamo confidenti che l’acquisizione delle strutture produttive ternane, dei centri di servizio e delle competenze degli oltre 2.300 dipendenti diretti dell’azienda, possa configurare un modello di sviluppo industriale nazionale nell’industria di base su cui fondare il futuro produttivo e occupazionale del paese. In questo senso la Regione Umbria è pronta a fare la sua parte per contribuire ad una politica industriale nazionale per l’industria siderurgica rivolta all’innovazione tecnologica e dei materiali, all’efficienza energetica ed alla sostenibilità ambientale delle produzioni. Infine allo sviluppo dei livelli occupazionali in coerenza con le prospettive di crescita della manifattura italiana”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acciai Speciali Terni, svolta Arvedi per il sito produttivo: via libera dalla Commissione Europea

TerniToday è in caricamento