Economia

Sangemini, proposta di concordato AMI: “Adesione di un’ampia maggioranza dei creditori”

A dare maggior fiducia alla proposta di concordato è stato l’accordo siglato da AMI con il fondo italiano Clessidra Restructuring Fund e il fondo americano Magnetar

Si sono concluse, nella giornata di domenica 26 settembre, le operazioni di voto legate alla proposta di concordato in continuità di Acque Minerali d’Italia – di cui fanno parte anche Amerino e Sangemini - con l’adesione di un’ampia maggioranza dei creditori. “A dare maggior fiducia alla proposta di concordato – annunciano dal gruppo - è stato l’accordo siglato da AMI con il fondo italiano Clessidra Restructuring Fund e il fondo americano Magnetar che, tramite un intervento finanziario di oltre 50 milioni, ne supporteranno il percorso di rilancio e sviluppo come nuovi azionisti insieme all’attuale proprietà”

Ed ancora: “Durante il percorso concordatario la società ha intrapreso azioni di rifocalizzazione ed efficientamento e si è rafforzata con la recente nomina del direttore generale Alessandro Frondella, manager con ventennale esperienza nel settore delle acque minerali. AMI, che ha mantenuto una posizione di rilevo tra i principali players del mercato, è presente nei canali HoReCa e Retail tramite importanti marchi tra cui Norda, Gaudianello e Sangemini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sangemini, proposta di concordato AMI: “Adesione di un’ampia maggioranza dei creditori”

TerniToday è in caricamento