rotate-mobile
Economia

Vertenza Sangemini, il viceministro Fratin: “Pronti a proseguire il tavolo di confronto”

L’esponente del governo replica all'interrogazione presentata dalla senatrice della Lega Alessandrini: “Dal Mise disponibilità a continuare le interlocuzioni”

“Il Mise è disponibile a proseguire il tavolo di confronto avviato”. Così il governo, tramite il viceministro allo Sviluppo economico, il senatore Gilberto Pichetto Fratin, fa il punto sulla vertenza che riguarda il gruppo Ami, Acque Minerali d’Italia, in particolare per i siti produttivi di San Gemini e Acquasparta. 

La replica arriva a una interrogazione presentata dalla senatrice della Lega Valeria Alessandrini. Il viceministro ha confermato la disponibilità da parte del Mise a “proseguire i lavori del tavolo di confronto, al fine di verificare ogni soluzione praticabile per facilitare e supportare il percorso congiunto di rilancio di questa importante realtà produttiva del nostro Paese, tutelandone così anche l’occupazione”. La senatrice Alessandrini continuerà a seguire da vicino gli sviluppi: “Nell’ambito dei lavori della X Commissione parlamentare – spiega l’esponente leghista, vicesegretario regionale Umbria – ho sollecitato il Mise alla riapertura di un tavolo di confronto, ottenendo riscontro positivo circa le intenzioni di proseguire in un percorso di tutela della produzione sul territorio e dei livelli occupazionali di Acque Minerali d’Italia, chiedendo particolare attenzione agli stabilimenti di Sangemini e Amerino. Non possiamo permetterci di vanificare quanto sino ad ora è stato fatto – prosegue – ma dobbiamo muoverci con urgenza prima di arrivare alla ormai imminente deadline dell’omologa del piano concordatario prevista a fine febbraio 2022. Auspico quindi la riconvocazione in tempi brevi del tavolo di confronto al Mise. Abbiamo il dovere di tutelare e rilanciare questo storico marchio italiano – conclude la Alessandrini - e continueremo a impegnarci per raggiungere il risultato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertenza Sangemini, il viceministro Fratin: “Pronti a proseguire il tavolo di confronto”

TerniToday è in caricamento